Potare le rose sfiorite: tutto quello che c’è da sapere a riguardo (VIDEO)

Potare le rose sfiorite: vediamo le cose utili che si devono sapere se si intende praticare questo passatempo. Scopriamo qual è il periodo adatto per farlo, ma anche come si fa.

potare le rose sfiorite
(foto pexels)

Il giardinaggio è un passatempo per tante persone. Per chi si approccia a questo hobby da poco deve sapere però come deve muoversi al fine di praticarlo senza fare errori. Tra le tante cose da fare, prima o poi arriva il momento di potare le rose sfiorite. Anche in questpo caso specifico è bene essere ben informati per agire nel migliore dei modi.

Un passatempo divertente ma impegnativo

Avere un giardino nella propria casa è davvero un vantaggio: ci si può rilassare, prendere il sole ma anche dedicarci all’attività del giardinaggio. Per tantissime persone esso è considerato davvero divertente, tuttavia ci vuole anche un impegno non indifferente per prendersi cura delle varie piante e fiori. Le rose ad esempio, di una cura molto attenta.

potare le rose
(foto pexels)

Le rose sono tra i fiori più belli di ogni giardino: possono essere rosse, bianche, gialle, anche blu sebbene sia un colore meno comune. Nel pieno periodo della fioritura nemmeno il loro odore passa inosservato. Insomma: averle sempre vicino a noi può essere solo un fattore positivo. Vale la pena dunque sapere quando e come potare questi fiori, al fine di garantire una seguente fioritura perfetta.

Potrebbe interessarti anche: Come mantenere fresche le rose più a lungo possibile

Potare le rose sfiorite: tutti i periodi in cui farlo

Partiamo dal presupposto che se la pianta delle rose che abbiamo in giardino è piccola non dobbiamo potarla. In questo caso la cosa migliore è lasciarla crescere per due anni senza intervenire in alcun modo. Una volta che il tempo necessario è trascorso, possiamo potare le rose in tre momenti:

  • estate;
  • autunno;
  • inverno
rosa fiorita
(foto pexels)

La prima avviene tra la fine di agosto e l’inizio di settembre: lo scopo è quello di eliminare appunto le rose appassite per accogliere al meglio quelle che fioriranno. La seconda avviene invece nel periodo in cui le rose smettono di fiorire, cioè tra i mesi di ottobre e novembre. In questo caso lo scopo è quello di eliminare le foglie appassite. Infine, verso il mese di dicembre c’è la potatura invernale, in cui si tolgono via i rami secchi.

Potrebbe interessarti anche: Il linguaggio dei fiori: il significato che può influenzarne la scelta

 La tecniche giuste per potare le rose

Una volta capito meglio quando intervenire nel processo di potatura, vediamo come fare per potare le rose nella maniera corretta. Si tratta della cosa più importante da sapere, al fine di trattare questo fiore nel modo che merita. Solo così le rose potranno continuare a portare bellezza nel vostro giardino. Per capire al meglio il comportamento da attuare basta guardare questo breve video.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *