Intelligenza, come determinare il QI: 6 aspetti per capirlo

Intelligenza, come capire le potenzialità del cervello: uno studio determina le capacità intellettive attraverso 6 punti fondamentali.

tenere in forma cervello allenare esercizio
(Foto Unsplash)

La ripresa delle attività lavorative implica anche uno stress maggiore. Dopo le vacanze, ciascuno è impegnato con i propri impegni e le prove che la vita gli mette davanti attraverso le diverse mansioni che vengono svolte. C’è chi regge il ritmo più facilmente e chi, invece, fatica ad ingranare. Dipende dal quoziente intellettivo? La domanda resta, ma continuare a chiederselo non risolve i dubbi di molti.

Essere intelligenti significa sapere tutto ed essere preparati su qualunque cosa, oppure ammettere di avere delle lacune e colmarle con una costante cultura e conseguente accrescimento? La soluzione potrebbero offrirla diversi aspetti. 6 secondo uno studio americano riportato da Esquire. 6 atteggiamenti ben precisi che definirebbero un QI piuttosto elevato. Tendenze che, magari, hanno sempre fatto parte del nostro vissuto, ma non gli è stato dato abbastanza peso.

In primis le chiacchiere mettono a disagio: parlare troppo con altre persone potrebbe alterare l’umore in maniera negativa perchè si ha sempre l’impressione di buttare il proprio tempo in conversazioni inutili. Istanti che potrebbero essere sfruttati nella ricerca o nell’approfondimento. Poi c’è il fattore intellettivo: pensi più di quanto parli. Essere estremamente riflessivi, piuttosto che loquaci, è un altro tratto distintivo dell’intelligenza sviluppata. La mente viaggia più della parola.

Leggi anche – Nuovo digitale terrestre 2021: cosa bisogna fare

Intelligenza, come capire le potenzialità del cervello: 6 aspetti principali

tenere in forma cervello allenare esercizio
(Foto Unsplash)

La routine lavorativa annoia facilmente. L’impiego potrebbe anche essere stimolante, ma ripetere meccanicamente le stesse cose potrebbe portare a uno spegnimento: addirittura alla depressione. Questo è il segno di un’intelligenza marcata dal momento che si ha sempre bisogno di nuovi stimoli per sentirsi realizzati. Sentirsi spesso bloccati: un altro segnale del fatto che i neuroni stanno lavorando bene è riconducibile, spesso, al senso di inadeguatezza quando bisogna prendere una decisione.

Essere costantemente in dubbio fra le possibili alternative è la dimostrazione che i processi mentali sono altamente sviluppati e mai domi. La tendenza alla solitudine è l’aspetto più lampante: venire considerati alla stregua degli asociali per la voglia di restare soli e ridurre le proprie interazioni al minimo. In realtà è solo un’esigenza di riflessione.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Brainpull (@brainpull)

La stessa che i più intelligenti mettono – secondo lo studio in questione – nell’amore: farebbero fatica ad innamorarsi proprio perchè la loro intelligenza e sensibilità potrebbe aver aumentato notevolmente le pretese anche nella ricerca di un eventuale partner. Se riscontrate di avere questi 6 aspetti, non preoccupatevi: siete solo in preda all’ennesimo processo creativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *