Ortensie: ecco come potarle in autunno per averle sempre fiorite

Ecco come potare al meglio le vostre ortensie in modo da renderle più ordinate e permettere una buona fioritura in estate.

ortensie
Ortensie (Foto di shalender kumar da Pexels)

Chi è appassionato di giardinaggio, di fiori e piante sicuramente sarà coinvolto anche nella cura delle ortensie. Sono piante che regalano diversi colori e diverse forme, ma può accadere che ad un certo punto abbiano un aspetto un po’ triste, cadente, e può accadere che poi non fioriscano.

Ovviamente, queste piante possono vivere tranquillamente nel loro ciclo senza essere potate, ma magari potarle nel modo giusto può dare loro un aspetto migliore, più curato e ordinato e soprattutto una corretta potatura può permettere la giusta fioritura nella prossima estate.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Cambiare il colore alle ortensie anche se non hai il pollice verde

La potatura delle ortensie va fatta in autunno. Questo per proteggere la pianta dalle temperature rigide e anche perchè in autunno non c’è fioritura. In questo modo la pianta stessa non è impegnata a crescere e svilupparsi ed è il momento adatto per curarla e sistemarla un po’. Ma ecco come fare nel modo corretto.

Ortensie: ecco come potarle in autunno per averle sempre fiorite

Potare Ortensie
Ortensie (Screenshot da Instagram)

Bisogna fare attenzione perchè le ortensie non si potano tutte nello stesso lasso di tempo. Occorre fare una distinzione tra quelle che fioriscono su legno nuovo e quelle che fioriscono su legno vecchio. Queste ultime devono essere potate per la prima volta soltanto dopo la fioritura. Mentre le altre dovrebbero essere potate prima della primavera o durante il riposo autunnale.

Se vi accingete a potare le vostre ortensie perchè il momento è quello giusto, dunque, fate attenzione ad un paio di aspetti. Innanzitutto, la primissima cosa da fare è eliminare i fiori avvizziti. Tutto ciò che è secco le potete togliere da appena sotto la testa del fiore. Fate lo stesso con eventuali steli ribelli che si incrociano a livello del terreno.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Voglia di fiori in Ottobre: tre trucchi per far fiorire un Giacinto

Occorre, poi, togliere con regolarità gli steli vecchi per circa un terzo della loro altezza. Farlo, soprattutto nelle piante vecchie, può aiutarle a conservare la vitalità necessaria per produrre fiori più grandi e in maggiore quantità. Questi steli vanno tagliati prima di una nuova crescita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *