Come far tornare nuovi i capi di lana infeltriti: c’è un trucco

Arriva l’inverno e tiriamo fuori dall’armadio i caldi capi di lana, dalle sciarpe ai maglioni, alcuni però sono infeltriti, ma come farli tornare nuovi? Ecco il trucco.

Maglione di lana blu e bianco
Maglione di lana blu e bianco (foto da Pixabay)

La lana è un tessuto molto delicato e può rovinarsi facilmente. Per trattare i capi di lana serve pazienza. Ora che arriva l’inverno tiriamo fuori dall’armadio i vecchi e caldi maglioni, o le sciarpe, ma molti di questi sono infeltriti. Come fare per farli tornare nuovi? C’è un semplice trucchetto.

Il pericolo che, una volta lavati, i maglioni si possano restringere, è sempre dietro l’angolo. Purtroppo capita spesso che questi perdano morbidezza e che la lana si infeltrisca. Vediamo come trattarli per farli tornare belli e morbidi come quando li abbiamo acquistati.

Leggi anche → Piante che sbocciano a novembre in vista del Natale

Il trucco per far tornare nuovi i vecchi capi di lana

Maglione di lana ricamato
Maglione di lana ricamato (foto di Pixabay)

Prima di mettere in lavatrice il capo, bisogna trattarlo. Per farlo bastano poche e semplice mosse, appartenenti alla tradizione. Sono i rimedi della nonna, sempre utili all’occorrenza. Il latte, ad esempio, è ottimo come ammorbidente sui vestiti. Le sue proprietà emollienti naturali mantengono la morbidezza originaria del capo dal trattare.

Riempite un bacinella con due litri d’acqua tiepida e mezzo litro di latte, l’acqua deve essere tre volte tanto quella del latte. Se dovete lavare più capiti regolatevi di conseguenza. Lasciate a mollo i maglioni per circa tre ore, ogni tanto massaggiate la stoffa e poi strizzate delicatamente. Dopodiché mettete in lavatrice per il lavaggio normale.

Il balsamo, oltre ad essere un ottimo districante per capelli, è molto utile anche come ammorbidente per i panni. Fate lo stesso procedimento: in una bacinella versate acqua tiepida con qualche goccia di balsamo, mettete a mollo i capi di lana e massaggiate delicatamente. Lasciateli per un paio di ore e poi strizzateli, infine mettete in lavatrice.

Il limone e l’aceto sono ingredienti immancabili per la casa, visto che possono essere utilizzati in mille modi. Uno tra questi è proprio per curare il bucato. Mescolate il succo di mezzo limone con 200 ml di aceto e versatelo in un contenitore spray. Vaporizzate i capi da lavare, poi metteteli a mollo in acqua tiepida per circa tre ore e infine ponete in lavatrice per il lavaggio finale.

Un altro prodotto utile è il bicarbonato, da utilizzare soprattutto per capi di lana bianchi. Riempite una bacinella con acqua tiepida e aggiungete due cucchiai di bicarbonato di sodio. Lasciate a mollo per un paio di ore, dopodiché, dopo averli strizzati per bene, potete mettere in lavatrice.

Leggi anche → Ammorbidente per un bucato morbido e profumato: quando non dovrebbe essere usato

Una volta pretrattati, i capi di lana devono essere lavati in lavatrice. Il lavaggio deve essere molto delicato e a temperature non troppo elevate, altrimenti si rischia di rovinarli. I giri di centrifuga, inoltre, non devono essere troppi, poiché la lana si rovina, rischiando di restringersi e infeltrirsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *