Dormire con il pigiama è sbagliato? Il parere degli esperti

Dormire con addosso il pigiama influenza la qualità del sonno? E’ un errore? Il parere degli esperti su questa pratica comune.

dormire con pigiama
(Foto Pexels)

Esistono una molteplicità di fattori che possono influenzare il nostro sonno: la temperatura della stanza, l’utilizzo di indumenti pesanti, come il pigiama, l’ansia o lo stress e molto altro. Dormire con il pigiama addosso è davvero un errore da non commettere? Le  ultime ricerche degli esperti.

Dormire con il pigiama fa male, vero o falso? Il parere degli esperti

Secondo una ricerca a campione condotta da uno studio americano, le cause più frequenti di disturbo del sonno sono: insonnia, ansia o stress, troppo caldo. Quest’ultimo elemento in particolare influisce sulla qualità del sonno, andando ad interferire con la regolare temperatura corporea che si abbassa fisiologicamente durante il riposo. Infatti per favorire il sonno, il corpo si abbassa di circa 1° dalla solita temperatura normale (che si aggira intorno ai 36°). Andando ad alterarla, il sonno risulterà disturbato e di pessima qualità con risvegli continui.

dormire
(Pinterest, Plusgoogle.com)

Le cause possono essere: accensione dei termosifoni e temperatura troppo elevata, oppure abbigliamento da notte eccessivamente pesante. Infatti, le indagini condotte dallo studio americano dimostrano che indossare un pigiama troppo pesante o di un tessuto inadatto e sintetico può favorire l’aumento della temperatura corporea e la sudorazione. Questo comporta un riposo disturbato e una condizione di insonnia.

Potrebbe interessarti anche: Dormire poco fa male alla salute: cosa accade al cervello

Il risultato della ricerca americana

I risultati della ricerca americana hanno sottolineato come chi dorme nudo, senza abbigliamento notturno, ha maggiori possibilità di riposarsi adeguatamente. Per addormentarsi ci vogliono solo 26 minuti, mentre un riposo si può definire corretto quando dura almeno sei ore e mezza. Anche chi preferisce dormire in stanze troppo calde, avrà più difficoltà a prendere sonno poiché il troppo caldo interferisce con la naturale termoregolazione corporea.

Potrebbe interessarti anche: Dormire bene senza assumere sonniferi grazie a un ingrediente naturale

Infatti si registra un abbassamento della temperatura tra le 2 e le 3 di notte, mentre dalle 4 in poi il corpo si riassesta pronto per svegliarsi al mattino. Secondo questa ricerca americana inoltre, cercare di addormentarsi dopo le 2:48 di notte non ha più senso per tre motivi:

  • si comincia a pensare a tutte le proprie preoccupazioni personali, finendo in un clima di ansia e stress;
  • il troppo caldo della stanza si fa sentire interferendo con la temperatura corporea;
  • si genera una condizione di insonnia e disturbo del sonno irreversibile.

Sophia Melfi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *