Cappelli e berretti: come lavarli senza rovinarli in pochi passaggi

Ci sono dei modi per poter lavare i vostri cappelli e berretti preferiti senza rovinarli. Basta seguire alcuni semplici passaggi.

cappelli
Cappelli (da Pixabay)

Il cappello o il berretto sono tra i capi di abbigliamento che le persone amano indossare particolarmente perchè danno un tocco particolare al look. Poi, nelle giornate più calde aiutano molto a tenere riparati dai raggi del sole. Ma proprio per questo si sporcano facilmente con calore, sudore e assorbono molti cattivi odori.

La paura della maggior parte delle persone, però, è quella di lavarli perchè si possono facilmente rovinare. Possono perdere la loro forma e il colore. Allora ecco qui di seguito alcuni semplici consigli per poter lavare cappelli e berretti al meglio senza rovinarli.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Come ottenere delle federe bianche e morbide dopo il lavaggio

Innanzitutto leggete bene l’etichetta. In generale, però, cappelli e berretti non dovrebbero mai essere lavati in lavatrice perchè possono perdere facilmente la loro forma e la loro consistenza. Inoltre, prodotti aggressivi possono farli sbiadire.

Cappelli e berretti: come lavarli senza rovinarli in pochi passaggi

look estivo
(foto pexels)

Il primo consiglio è quello di usare l’acqua tiepida. Infatti, l’acqua calda lo può rovinare, ma non deve essere neanche fredda. Immergete poi il vostro cappello o il berretto, ma non troppo a lungo. Basterà qualche istante. Se il cappello è macchiato, allora dovete lasciarlo in ammollo 10 minuti in acqua tiepida e sapone neutro. Questo è il prodotto giusto per non rovinare il tessuto, ma dovete strofinarlo poco e delicatamente.

Se la macchia resiste potete aiutarvi con uno spazzolino da denti per qualche secondo. Inoltre, un prezioso alleato, come sempre, è il bicarbonato di sodio. Potete usarlo per togliere i cattivi odori, soprattutto dall’interno del vostro cappello. Ma se anche dopo tutto questo c’è ancora qualche macchia, allora potete pensare di sciacquarlo in acqua tiepida aiutandovi con le mani. Ricordate che più il cappello rimane a contatto con l’acqua, soprattutto in ammollo, e più rischierà di perdere la sua forma.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Breve guida per un corretto lavaggio dei maglioni: vari materiali

E per asciugarlo? L’asciugatrice è sconsigliata. Così come è sconsigliato strizzarlo con le mani. Bisogna cercare di mantenere la sua forma, quindi dovete usare una forma di imbottitura, basterà un asciugamano piccolo all’interno. Infine, asciugatelo all’aria aperta, ma al riparo dai raggi del sole, questi potrebbero scolorirlo. Se seguirete queste indicazioni non avrete problemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *