Digitale terrestre, disponibile la nuova numerazione dei canali

Il digitale terrestre si aggiorna con la lista dei canali fruibili. Intanto si prospettano alcune novità per quanto riguarda le prossime settimane.

Digitale terrestre ci sono novità
Digitale terrestre ci sono novità Foto dal web

Digitale terrestre, arrivano delle novità. Ed a fornirle è direttamente il Ministero dello Sviluppo Economico, il quale ha reso noto la lista ufficiale delle numerazioni automatiche che riguardano la lista dei canali televisivi in relazione all’entrata in vigore del formato DVB-T2.

Più nel dettaglio l’elenco in questione include i canali in chiaro così come appaiono in seguito ad una ricerca. In automatico è questo quel che salta fuori. Difatti la numerazione dei canali televisivi del digitale terrestre può essere tranquillamente modificata.

Nei casi di conflitti viene poi chiesto all’utente dove posizionare le emittenti interessate. Per quanto riguarda l’introduzione del formato DVB-T2, si tratta di due questioni comunque separate tra loro, con quest’ultima procedura che avverrà in automatico e che in alcuni casi riguarderà l’aggiornamento dei propri apparecchi televisivi.

Digitale terrestre, nelle prossime settimane possibili risintonizzazioni

Foto dal web

Alcuni utenti potrebbero dovere rottamare il proprio televisore per acquistarne uno nuovo. Oppure potrebbero doversi munire di un nuovo dispositivo digitale terrestre per la ricezione del segnale. Senza contare che potrebbe rendersi utile per tutti dovere effettuare una risintonizzazione dei canali.

Intanto c’è una novità importante che sembra possa avvenire a breve a Mediaset. Si vocifera infatti della abolizione dei telegiornali di Rete 4 ed Italia 1. Il Tg4, Studio Aperto e SportMediaset dovrebbero essere aboliti, con l’informazione a Cologno Monzese affidata ai soli Tg5 su Canale 5 ed a TGCom24.

Potrebbe interessarti anche: Un Posto al sole, anticipazioni di lunedì 15 novembre 2021

Questa decisione sarebbe stata presa da Pier Silvio Berlusconi in persona. Il vicepresidente di Mediaset, nonché amministratore delegato, intende attuare un taglio dei costi affidando a Rete 4 ed Italia 1 un ruolo diverso.

Potrebbe interessarti anche: Regina Elisabetta, un male l’ha colpita: la conferma della Corte Reale

Potrebbe interessarti anche: Una Vita, anticipazioni 15 novembre 2021: il dramma di Bellita

Rete 4 ad esempio sta puntando forte sui contenuti informativi dal vivo fatti da programmi quali “Quarto Grado” e “Stasera Italia”. Sul sesto canale invece ci sarà spazio per i contenuti per un target più giovane, come del resto è sempre stato per Italia 1. Infatti anche “Studio Aperto” aveva sempre avuto un taglio un pò diverso rispetto alla consuetudine di un notiziario classico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *