Ridurre l’umidità in casa con semplici metodi casalinghi

Ci sono dei metodi casalinghi molto semplici che vi permetteranno di ridurre l’umidità nella vostra casa. Vediamo come fare.

piante
Piante alla finestra (Foto di Daria Shevtsova da Pexels)

In inverno si combatte ogni giorno con la forte umidità. Anche in casa, nonostante il riscaldamento, può essercene molta e questo non va bene. Per prima cosa crea l’ambiente adatta alla proliferazione di muffa e batteri, in secondo luogo non fa bene alla nostra salute. Può causare molti disturbi.

Per far fronte al problema dell’umidità ci sono alcune piante da appartamento che sono perfette. Si tratta di alcune piante grasse, quelle che non hanno bisogno di molta acqua e che risolvono il vostro problema in modo naturale. Queste sono specialmente la begonia, l’orchidea, l’aloe vera, l’azalea e il bambù. Non tutte le piante grasse sono adatte a questa funzione.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Asciugare i panni in casa sul termosifone: come evitare umidità e puzza

Due accorgimenti da tenere presente, inoltre, sono questi: aprite le finestre per arieggiare spesso, soprattutto nelle giornate soleggiate, e non asciugate il bucato in casa. Se proprio siete costretti a farlo allora posizionate lo stendino in una stanza inutilizzata e che abbia un buon ricircolo d’aria. Questo è molto importante. Ma ci sono altri metodi per poter ridurre l’umidità. Vediamoli qui di seguito.

Ridurre l’umidità in casa con semplici metodi casalinghi

Temperatura interna di casa
Temperatura interna di casa (foto da Pixabay)

Allora che cosa si può fare per ridurre l’umidità in casa in modo semplice? Uno dei metodi casalinghi molto semplice è la creazione di una bottiglia con del sale grosso all’interno. Tagliate una bottiglia di plastica in modo da avere la base più grande e la parte superiore più piccola. La parte con il tappo capovolgetela e inserite 150 grammi di sale grosso da cucina e mettetela in freezer per una notte. Questa parte di bottiglia poi, appoggiatela sopra la base e posizionatela dove ce n’è più bisogno in casa. Il sale assorbirà l’umidità e la trasformerà in acqua che cadrà nella bottiglia. Se usate questo metodo ricordate di cambiare la bottiglia ogni 3 giorni.

Infine, ecco un consiglio per creare un deumidificatore fai da te profumato. Avrete bisogno di un vasetto di vetro, una busta di plastica, 250 g di sale grosso, 1 bustina di tè e alcune gocce di olio essenziale. Nel vasetto mettete il sale mescolato con il contenuto della bustina del tè e con 3-4 gocce di olio essenziale. Tagliate un quadrato dalla busta di plastica per coprire il vasetto e lasciatelo coperto per 3 giorni.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Umidità sul muro accanto ai termosifoni, come toglierla

Ricordatevi di agitarlo un po’ di tanto in tanto e poi posizionatelo, aperto, nella stanza umida che avete bisogno di asciugare e di profumare un po’. Questa sarà davvero un’ottima soluzione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *