Apnea ostruttiva: come riconoscerla e quali sono le conseguenze

Molte persone soffrono di apnea notturna, o apnea ostruttiva, e non lo sanno. Ma può essere molto pericolosa. Vediamo come riconoscerla.

russare
Russare (da Adobe Stock)

Spesso ridiamo e scherziamo sul fatto che il nostro partner russa in modo molto fragoroso di notte. Alcune persone sono portare a mettere i tappi alle orecchie, a lamentarsene perchè impedisce di dormire oppure, addirittura, a cambiare stanza e dormire in letti separati. Ma a volte un russare troppo rumoroso può essere segno di apnea ostruttiva.

Quasi tutti russano o russeranno con l’avanzare dell’età. È inevitabile perchè i muscoli del cavo orale si rilassano e l’aria, passando durante la respirazione, fa vibrare tutto. Non è nulla di grave, tranne quando questo russare ha delle caratteristiche ben precise. Da soli è impossibile accorgersene, ma si può fare con l’aiuto del partner.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Dormire bene senza assumere sonniferi grazie a un ingrediente naturale

Infatti, chi sta accanto a noi può osservare il nostro modo di russare e capire se è il caso di rivolgersi ad un medico. Una persona che russa tanto potrebbe soffrire di apnee notturne, apnea ostruttiva, che può rappresentare un pericolo per la salute molto serio. A soffrirne sono nella maggior parte dei casi gli uomini per loro caratteristiche fisiche (lingua e collo più grandi) rispetto a quelle della donna. Ecco, allora, qui di seguito qualche consiglio utile per saper riconoscere questo problema.

Apnea ostruttiva: le conseguenze e come riconoscerla

russare
Russare (da Pexels)

L’apnea ostruttiva del sonno è un disturbo che porta la persona che ne soffre a non respirare per qualche secondo, si può arrivare anche a 10 secondi. Questo può avere delle conseguenze molto gravi in fatto di diabete, malattie cardiache e ipertensione. Non è, quindi, da sottovalutare. Pensate che ne soffre quasi 1 miliardo nel mondo e chissà quanti non ne sono consapevoli.

I segni per capire se si soffre o meno di questo disturbo sono evidenti e il partner può individuarli con facilità. La prima cosa da fare è vedere se è un tipo di russare molto rumoroso. Se lo è bisogna fare attenzione se ci sono delle pause del respiro e contarne i secondi. La persona interessata, poi, deve capire se durante la giornata si sente particolarmente stanca. Chi soffre di apnee notturne non riesce a riposare bene e durante la giornata è portato ad addormentarsi spesso.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Quante ore di sonno dormire dopo i 70: risultati inaspettati

Se ci sono tutti questi elementi allora è opportuno rivolgersi al medico. Non respirare durante la notte porta la pressione ad alzarsi e questo è molto pericoloso in chi è sovrappeso, in chi ha superato i 50 anni di età e per chi soffre di patologie particolari. Naturalmente se individuata in tempo, può essere trattata e la situazione può essere riportata alla normalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *