Guarnizioni delle finestre sporche: come pulirle con prodotti naturali

Di sicuro anche le vostre guarnizioni delle finestre saranno sporche e difficili da pulire. Vediamo come farlo con prodotti naturali che avete a casa.

finestra
Finestra (Foto di Taryn Elliott da Pexels)

Le finestre sono difficili da pulire. Sono grandi, bisogna pulirle all’interno e all’esterno, a volte sono in alto e in punti scomodi. Poi quando ci dedichiamo alle pulizie di casa pensiamo a pulire soltanto i vetri, perchè già questo richiede impegno e il metodo giusto per non lasciare macchie e aloni strani che si possano vedere dopo la pulizia.

Ma sicuramente avrete notato come anche l’interno e le guarnizioni delle finestre si sporchino facilmente. Sono a contatto con l’umidità, con qualche goccia di pioggia, con agenti che arrivano dall’esterno e per questo sono spesso molto sporche e con qualche traccia di muffa.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Ridurre l’umidità in casa con semplici metodi casalinghi

Invece di usare dei prodotti molto aggressivi, come la candeggina o simili, che sono tossiche e che non fanno bene nè all’ambiente nè alla nostre salute, ci sono dei modi molto meno invasivi. Uno di questi è usando prodotti naturali che sicuramente avete in casa.

Guarnizioni delle finestre sporche: come pulirle con prodotti naturali

antimuffa fai da te
bicarbonato di sodio (pixabay)

Come sempre, nelle faccende domestiche, ci viene in soccorso il nostro amico bicarbonato di sodio. È davvero un prezioso alleato in queste cose per le sue proprietà sgrassanti e igienizzanti. Con il bicarbonato, poi, vi conviene usare anche l’aceto di vino bianco e poi munirvi di uno spazzolino da denti e di un panno umido.

Naturalmente usate un vecchio spazzolino da denti che non usate più e che intendete buttare via. Il procedimento è davvero molto semplice. Vi basterà spargere sulle guarnizioni delle vostre finestre prima il bicarbonato e poi l’aceto. Non spaventatevi se i due prodotti inizieranno a reagire e a fare delle bollicine, è del tutto normale. È proprio questa reazione che consentirà una pulizia adeguata. Quando la reazione finisce procedete con il togliere prima lo sporco superficiale con il panno, poi usate lo spazzolino.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Un bicchiere di aceto caldo nell’armadio: il metodo che in pochi conoscono

Vedrete che lo sporco più difficile se ne andrà e in questo modo la muffa farà fatica a ritornare. Potete usare questo metodo una volta al mese per tenere pulite e igienizzate le vostre finestre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *