Cos’è la Dieta Sirt e in che cosa consiste: la parola agli esperti

Si sente parlare spesso della Dieta Sirt che ha incuriosito vip e persone comuni. Ma che cos’è? In che cosa consiste? Vediamolo.

dieta
Dieta (Foto di Angele J da Pexels)

Che cos’è questa Dieta Sirt che probabilmente avete sentito nominare recentemente? Si tratta di una dieta stabilita da due nutrizionisti che si sono basati principalmente su alcune proteine che si chiamano sirtuine. Il nome, dunque, deriva da questo.

La nutrizionista Flavia Bernini ha spiegato che quel gruppo preciso di proteine sono al centro dell’attenzione degli esperti ormai da molto tempo perchè pare abbiano un ruolo chiave nel metabolismo dei grassi, ma sono impegnate anche nella riparazione del DNA, nella prevenzione di patologie cardiovascolari e nel rallentare l’invecchiamento delle cellule.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Combattere il diabete con una dieta sana: la salute passa per la tavola

Fino a questo momento si è capito che le sirtuine sono maggiori in chi è sottopeso e che c’è un elemento contenuto nel cibo che può attivarle. Questo è il resveratrolo. Gli esperti, quindi, hanno costruito una dieta sugli alimenti che lo contengono.

Cos’è la Dieta Sirt e in che cosa consiste: la parola agli esperti

sprechi di cibo in casa
Cibo (foto pexels)

Secondo i nutrizionisti che hanno preparato questa dieta i cibi coinvolti sono già presenti nella dieta mediterranea. Questi sono:

  • Vino rosso;
  • The verde Matcha;
  • Olio extravergine di oliva;
  • Fragole;
  • Mirtilli;
  • Noci;
  • Cavolo;
  • Radicchio;
  • Sedano;
  • Cipolla rossa;
  • Rucola;
  • Peperoncino;
  • Grano saraceno;
  • Soia;
  • Cioccolato fondente;
  • Capperi;

Non possono mancare in una dieta ana ed equilibrata le proteine, quindi, in grande considerazione ci sono anche:

  • Carni bianche e rosse;
  • Uova;
  • Pesce.

Possono combinarsi a tutti questi alimenti:

  • Carciofi;
  • Asparagi;
  • Pistacchi;
  • Farina integrale.

Le due fasi della dieta

cibo
Cibo (Foto di Trang Doan da Pexels)

I primi tre giorni bisogna assumere soltanto cibi liquidi e un pasto solido al giorno. Nel totale non bisogna superare le 1000 calorie. Poi per altri quattro giorni bisogna fare due pasti solidi al giorno, alternati a due pasti liquidi. Questa è la prima fase ed è la più difficile. Ma si registra immediatamente un calo di peso di qualche chilo.

A questo punto, superato il momento più duro e più difficile, c’è la seconda fase, quella del mantenimento. Per 14 giorni bisogna strutturare la giornata in questo modo: a colazione un succo a base degli alimenti della lista, questo andrà bevuto anche a metà mattina e a metà pomeriggio. Il pranzo può essere solido. Alla sera si possono mangiare 20 grammi di cioccolato fondente.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Dieta per perdere peso in breve tempo: protagoniste, le uova

I nutrizionisti che hanno ideato questa dieta raccomandano anche l’esercizio fisico e assicurano che è una dieta che funziona molto bene nel caso si voglia dimagrire e rimanere in forma. Non dimenticate che in questi casi bisogna sempre rivolgersi ad un medico, quello che vale in generale o per una persona non vale per tutti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *