Bonus gas e luce, a chi spetta: vi toglie 245 euro da pagare

Il vantaggiosissimo bonus gas e luce, e che riguarda anche la bolletta dell’acqua, è una vera e propria manna dal cielo per il portafogli. Come ottenerlo.

Bonus gas e luce
Bonus gas e luce Foto dal web

Bonus gas e luce, il provvedimento in questione ha come obiettivo quello di dare un aiuto concreto alle famiglie meno abbienti nel fare fronte alle spese relative alle utenze in questione. La misura è da includere nel novero dei bonus sociali appositamente studiati dal Governo per questo scopo.

L’erogazione del bonus gas e luce avviene in maniera diretta con già uno sconto applicato in bolletta nella documentazione che i beneficiari di tale provvedimento ricevono al proprio indirizzo di casa. E si tratta di uno sconto decisamente importante.

Infatti la riduzione sull’importo da pagare in bolletta grazie al bonus gas e luce può raggiungere anche i 245 euro. Una cifra davvero niente male e che chi può usufruire di questa misura potrà quindi reinvestire in altre situazioni.

Bonus gas e luce, in che modo si può avere

In relazione a tale bonus bisogna fare riferimento alla ARERA, l’Autorità per l’Energia, le Reti e l’Ambiente, oltre che al proprio Comune di residenza. Ed ottenerlo è molto facile. Infatti non è richiesto l’inoltro di alcuna domanda. Basterà solamente presentare la DSU, ovvero la Dichiarazione Sostitutiva Unica ed accertare di avere un reddito annuo basso.

Qualora l’INPS dovesse accettare la domanda dopo averla appositamente verificata, provvederà ad erogare lo sconto automatico. Tra l’altro è interessata anche la fornitura dell’acqua in ciò.

In particolare, la certificazione ISEE non deve superare gli 8265 euro all’anno; oppure non dovrà essere superiore ai 20mila euro all’anno se si hanno almeno quattro figli a carico. Oppure ancora si potrà ottenere tale bonus se si è anche titolari di pensione o di reddito di cittadinanza.

Si avrà diritto però ad un solo sconto tra le tre forniture indicate di energia elettrica, gas ed acqua. Inoltre bisognerà essere anche titolari di un contratto con suddette forniture. Di seguito ci sono le tabelle riassuntive degli sconti:

Potrebbe interessarti anche: Aumento delle bollette, come fare per diminuire la spesa

Come calcolare lo sconto in bolletta

Lo sconto per acqua calda sanitaria e/o per uso cottura più riscaldamento, e con famiglie fino a 4 componenti:

  • 67 euro per la zona climatica A/B;
  • 83 euro per la zona climatica C;
  • 109 euro per la zona climatica D;
  • 136 euro per la zona climatica E;
  • 170 euro per la zona climatica F;

Potrebbe interessarti anche: Bolletta della luce, controlla se sei in regola: rischio stangata da 600 €

Potrebbe interessarti anche: Supermercati chiusi, perché potrebbe accadere presto

Invece ecco lo sconto nel caso di acqua calda sanitaria e/o uso cottura più riscaldamento, e famiglie con più di 4 componenti;

  • 93 euro per la zona climatica A/B;
  • 121 euro per la zona climatica C;
  • 157 euro per la zona climatica D;
  • 192 euro per la zona climatica E;
  • 245 euro per la zona climatica F;

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sdsd