Lievito di birra: si può fare a casa con pochi ingredienti

Il lievito di birra è molto ricercato per pizze, focacce, dolci. Ma sapevate che potete farlo in casa con pochissimi ingredienti?

lievito di birra
Lievito di birra (da Adobe Stock)

Il lievito di birra è un fungo microscopico, formato da colonie di Saccharomyces cerevisiae, ottenute per fermentazione. Le cellule del lievito vengono coltivate su un substrato di malto all’interno di fermentatori dove si moltiplicano migliaia di volte. Poi vengono separate, lavate ed essiccate.

Nel lievito di birra, usato moltissimo in cucina per la preparazione di pizze, focacce, dolci che prevedono una lievitazione, sono contenute molte vitamine del gruppo B, ma anche fosforo, potassio e magnesio. Ma se in negozio non lo avete trovato o, semplicemente, volete provare a farlo a casa, vi basteranno pochissimi ingredienti.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Lievito di birra: non solo in cucina. L’uso alternativo

C’è una premessa importante da fare: secondo gli esperti fare il lievito di birra in casa potrebbe portare alla formazione di un batterio, chiamato bacillus cereus. Questo batterio viene sconfitto dalle alte temperature. Potete comunque procedere, con qualche accortezza: mettete i guanti, non contaminate superfici o utensili, nel caso disinfettate bene tutto.

Lievito di birra: ingredienti e procedimento

lievito di birra, uso alternativo
lievito (da pixabay)

Per fare il lievito a casa vi basteranno davvero pochi ingredienti e pochi minuti. Gli ingredienti per ottenere 100 grammi sono questi:

  • 200 ml di birra; 
  • 2 cucchiai di farina; 
  • 2 cucchiai di zucchero.

Utilizzate la birra artigianale, non fermentata, se volete un ottimo risultato. In caso diverso potrebbe non venire un prodotto ottimale. Per creare il composto ci impiegherete soltanto 5 minuti. Infatti, non dovete fare altro che prendere tutti e tre gli ingredienti appena descritti e metterli tutti insieme in un contenitore di vetro. Mescolate e amalgamate per bene. A questo punto dovete lasciare riposare almeno per 12 ore.

Quindi, per organizzarsi al meglio, potete fare il lavoro alla sera, lasciare riposare alla notte e poi usarlo la mattina seguente. Per farlo riposare al meglio mettetelo in un contenitore, copritelo con pellicola trasparente, fate dei piccoli fori su questa. Lasciatelo a temperatura ambiente. Durante la notte di solidificherà.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Senso di gonfiore durante i pasti: esiste l’intolleranza al lievito?

Per conservarlo l’ideale è il freezer. In frigo, invece, durerà un paio di giorni, non di più. In questo modo avrete il vostro lievito fatto in casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *