Aumento degli stipendi, ma non per tutti: la riforma Irpef scontenta

Da più parti si alzano dei cori di protesta per quello che è il taglio dell’Irpef che porterà ad un aumento degli stipendi però non egualmente distribuito.

Aumento degli stipendi dal taglio dell'Irpef
Aumento degli stipendi dal taglio dell’Irpef Foto dal web

Aumenti in busta paga, avverrà grazie alla prossima riforma dell’Irpef, che porterà ad un calo da cinque a quattro delle attuali aliquote e con l’abolizione del prelievo del 41%. Ci saranno conseguentemente poi molti più ingressi dei dipendenti coinvolti ad arricchire l’ultimo scaglione.

Inoltre è previsto un taglio di due punti per chi paga il 27% di aliquota e di tre punti per il 38%. Con una sforbiciata sulle tassazioni dei redditi medi ed alti. Gli aumenti in buste paga avverranno grazie al risparmio calcolato da questa riforma. Per redditi imponibili lordi di 50mila euro annui si avranno 920 euro in più.

Questa cosa è direttamente proporzionale al reddito, nel senso che meno esso è elevato e minore sarà il risparmio stesso. Difatti per chi percepisce 20mila euro all’anno risparmierà 100 euro di Irpef, chi guadagna 30mila euro risparmierà 300 euro e chi guadagna almeno 40mila euro risparmierà 620 euro annui.

Aumento delle bollette, la manovra non soddisfa tutti

Foto dal web

Appare evidente come per i redditi bassi non ci sia una svolta auspicata da tutti. Il guadagno e gli aumenti in busta paga sono davvero esigui in tal senso, con un taglio dell’Irpef che non risponde alle esigenze di chi prende meno di tutti. Addirittura per chi prende fino a 15mila euro all’anno non risultano esserci benefici.

Potrebbe interessarti anche: Aumento delle bollette, come fare per diminuire la spesa

Potrebbe interessarti anche: Bolletta della luce, controlla se sei in regola: rischio stangata da 600 €

Una cosa denunciata in maniera bipartisan da diversi schieramenti politici oltre che dai leader dei sindacati. Tant’è vero che in molti tra loro adesso richiedono al Governo di rivedere subito la manovra del taglio dell’Irpef così studiata, allo scopo di dare una mano più concreta ai lavoratori giovani ed a quelli che hanno degli emolumenti più leggeri.

Potrebbe interessarti anche: Bonus gas e luce, a chi spetta: vi toglie 245 euro da pagare

A seguire c’è uno schema riassuntivo di ciò che porterà la manovra:

  • 23%: fino a 15.000
  • 25%: da 15.000 a 28.000
  • 35%: da 28.000 a 55.000
  • 43%: oltre 55.000

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *