Le magliette si sono ristrette in lavatrice? Si può rimediare

A volte capita di sbagliare il lavaggio in lavatrice e di ottenere delle magliette ristrette. Ma non bisogna preoccuparsi troppo, c’è un rimedio.

bucato
Bucato (Foto di Andrea Piacquadio da Pexels)

Può capitare che a volte non si seguano le istruzioni indicate sull’etichetta di ogni capo di abbigliamento. A volte può andare bene, altre volte possiamo fare dei danni. Sarà successo un po’ a tutti, magari quando si era alle prime armi o un po’ distratti, di sbagliare il lavaggio di alcuni vestiti.

Può succedere, ad esempio, di ritrovare delle magliette ristrette di una o anche due taglie a volte. Ci sono dei tessuti, infatti, che sono più delicati rispetto ad altri e necessitano di qualche attenzione in più. Magari la temperatura era troppo alta, magari si è impostato un ciclo di lavaggio sbagliato. Anche usare male l’asciugatrice potrebbe portare alcuni vestiti a restringersi.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Macchie di smalto sui tessuti? Ecco come eliminarle

In questo caso, visto che non si possono più indossare, tante persone gettano via tutto. Ma non è necessario. C’è un rimedio a questo e ve lo spiegheremo qui di seguito.

Le magliette si sono ristrette in lavatrice? Si può rimediare

come eliminare i pelucchi dal bucato
bucato steso ad asciugare (da pixabay)

Ci sono una serie di facili rimedi che si possono usare se i vostri vestiti, non solo le magliette, si sono ristretti in lavatrice o in asciugatrice. Il primo che vi proponiamo è quello di usare il solito bicarbonato d sodio e l’aceto. In ogni litro di acqua calda usate 25 grammi di bicarbonato. Riempite un contenitore che possa contenere i vestiti ristretti, mettete acqua calda e bicarbonato e con le mani, sotto l’acqua, cercate di allungarli. Poi lasciate in ammollo per un’ora.

A questo punto toglieteli, ma metteteli in un altro recipiente con acqua più tiepida e con 25 millilitri di aceto di vino bianco. Fatto questo dovete strizzare per bene, risciacquare tutto e poi fare asciugare su un piano disteso. Vedrete che i vestiti recupereranno la grandezza di prima.

Un altro prodotto utilissimo in questi casi è il balsamo per capelli. Basterà prendere una bacinella di acqua fredda e aggiungere il balsamo. Lasciate i vestiti per un quarto d’ora in modo che il balsamo agisca sui tessuti, allungandoli. Per togliere il balsamo poi dovrete inserire i capi in altri contenitori con soltanto acqua, strizzarli e continuare così fino a quando saranno liberi dal balsamo.

Per i pantaloni ristretti, in particolare, sarà molto utile lo shampoo per bambini: acqua calda, 60 ml di shampoo e 4 cucchiai di ammorbidente. I pantaloni andranno lasciati in ammollo una notte intera, poi bisognerà allungarli con le mani, sciacquarli per bene e farli asciugare all’aria.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Puzza di umido sul bucato: poche regole per eliminarla

L’ultimo suggerimento che vi diamo è questo: usate l’aceto e una maschera per capelli. Vi sembrerà strano ma è molto efficace. Bacinella con acqua calda è la base. Sciogliete 50 ml di una maschera per capelli, poi aggiungete 120 ml di aceto. Dopo mezz’ora in cui i vestiti saranno rimasti in ammollo, bisogna allungarli per bene con le mani e immergerli di nuovo per un’ora. Alla fine sarà meglio far fare un lavaggio a freddo in lavatrice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *