Salmone affumicato con presenza di vermi morti: il risultato del test tedesco

Una nota rivista tedesca ha condotto un test sul salmone affumicato e ha evidenziato la presenza in alcuni di vermi morti, non pericolosi.

salmone affumicato
Salmone affumicato (da Pixabay)

Durante il periodo delle feste le pietanze che arrivano sulla nostra tavola aumentano in modo considerevole. Ma con questo aumenta anche il rischio di acquistare prodotti che non sono salutari e che contengono elementi nocivi per la salute. Per fortuna il monitoraggio su questo problema è sempre bene attivo dalle autorità competenti, ma è bene essere sempre informati su cosa mangiamo.

Un prodotto che ha catturato l’attenzione di una rivista tedesca, l’Oko-Test, è stato il salmone affumicato. In Italia è molto diffuso e anche in Germania. Per questo hanno deciso di selezionare 20 prodotti e analizzarli per vedere se quello che mangiamo è di qualità oppure no.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Tagliatelle salmone e panna, il piatto veloce e saporito di Benedetta Rossi

I 20 prodotti analizzati dalla rivista si dividono in questo modo: 15 sono di salmoni cresciuti in vasca, mentre 5 sono stati pescati in mare. Vediamo che cosa ha scoperto il laboratorio una volta presi in esame tutti questi prodotti in vendita.

Salmone affumicato: il test tedesco evidenzia vermi morti, ma non pericolosi

salmone affumicato
Salmone (Adobe Stock)

Il test ha preso in esame una serie di fattori, primo su tutti la tracciabilità. Su questo non ci sono stati problemi. I fornitori hanno saputo dire con certezza e con dettagli la provenienza del prodotto, ovvero sia quelli provenienti da allevamenti, sia quelli provenienti dal mare aperto.

Successivamente si è andati alla ricerca di metalli pesanti e non ne sono stati trovati. Dunque, i prodotti sono di buona qualità da questo punto di vista perchè non contengono nessuna traccia di mercurio o piombo. Nessun residuo di antibiotici rilevato e nemmeno patogeni, come la salmonella.

I problemi rilevati sono stati per la densità di allevamento (in alcuni casi ci sono stati fino a 33 kg di salmone per metro cubo d’acqua e alcuni sono morti prima di aver raggiunto il peso necessario). Poi sono stati rilevati in numero elevato nematodi, piccoli vermi morti. Non sono visibili ma non sono un pericolo per la salute dell’uomo.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Pizza parigina con salmone, formaggio e zucchine: una vera delizia!

In generale nessuna carica batterica, anche se a volte sono stati usati altri pesci come alimento quando sarebbe più indicata un’alimentazione di tipo vegetale. Un prodotto su 20 è stato classificato come ottimo, cinque come di buona qualità. Il resto non è comunque nocivo, nonostante la presenza dei piccoli vermi, ma il gusto ne risente ben prima della data di scadenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.