Cibo: gli effetti collaterali che possono verificarsi a tavola

Il cibo è sempre molto allettante per il suo odore e per il suo sapore, ma alcuni alimenti possono provocare degli effetti collaterali anche gravi.

cibo
Cibo (da Pexels)

Quando ci sediamo a tavola per gustare del buon cibo siamo tutti più sereni, ma può capitare che alcune persone sviluppino degli effetti collaterali con alcuni alimenti. Infatti, la prima cosa a cui bisogna assolutamente prestare attenzione è l’allergia.

Alcuni cibi possono scatenare un’allergia in alcune persone e tra questi troviamo: latte, uova, arachidi, soia, frutti di mare, frutta a guscio. Pensate che anche fragole, pomodori, pollo, manzo, maiale e alcuni semi possono provocare reazioni allergiche. Alcune persone possono sviluppare delle leggere intolleranze e allora le reazioni saranno più leggere e meno gravi, ma ugualmente di rifiuto verso alcuni alimenti.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Rischio di infarto e ictus: a provocarlo il cibo preferito degli italiani

Ma quello che si mangia può influire negativamente anche sull’intestino. Alcuni cibi provocano diarrea, altri stipsi, altri ancora flatulenza e alito cattivo. Vediamo qui di seguito maggiori dettagli a proposito di questo aspetto.

Cibo: a volte possono verificarsi degli effetti collaterali anche gravi

ciclo-crampi-alleviarli-cibo
donna che sta male (pixabay)

Alcune persone sono sensibili al sorbitolo contenuto in alcuni cibi e responsabile della diarrea. Questi sono: succhi di frutta, latticini, verdure crude e frutti ancora poco maturi. Allo stesso modo, può verificarsi il contrario. Responsabili della stipsi possono essere: carne, cibi raffinati, preconfezionati, alimenti ricchi di amido come il mais, il riso e le patate.

Molti cibi sono responsabili di alito cattivo e cattivo odore della pelle. Nel primo caso troviamo la cipolla e l’aglio, naturalmente, ma anche latticini, alcol e zuccheri, mentre la carne rossa, se mangiata spesso, può dare un cattivo odore alla pelle, aspetto confermato da alcune ricerche.

E ancora, ci sono diversi alimenti che provocano flatulenza, aria nello stomaco, e sono quelli che contengono principalmente carboidrati. Sono gli alimenti ricchi di fibre, quelli che contengono gli amidi (ad esclusione del riso), quelli che contengono sorbitolo (mele, prugne, pesche, pere), quelli che contengono lattosio (pane, formaggi, latte, gelato, cereali). Infine, lo provocano anche cavoli, broccoli, fagioli, asparagi.

Il bruciore di stomaco è causato da: pomodori, uova, aceto, caffeina, alcol, bevande gassate, cioccolata, agrumi, cibi fritti. La conseguenza sarà il reflusso gastroesofageo.

Inoltre, cibi che contengono molti zuccheri, molta caffeina, alcol sono responsabili dello stress e dell’insonnia. Pensiamo, ad esempio, al caffè, al tè, alla coca cola, la cioccolata. Mentre altri, possono creare sonnolenza: riso, uova, banana, mandorle, miele, nocciola, tacchino, prodotti di soia e cereali integrali.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Diarrea, ecco quali cibi mangiare

Se soffrite di emicrania dovrete stare lontano da: cioccolato, birra, lievito, grano, insaccati, gelati e formaggi stagionati. Così come dovete stare alla larga da alcuni alimenti se soffrite del disturbo di acne. Questi sono: latte e formaggio, dolci preconfezionati, pane bianco, biscotti, crackers.

L’alimentazione è fondamentale per la salute. Cibi ad alto contenuto di grassi saturi, come burro, panna, carni grasse possono portare ad un aumento della pressione, del colesterolo cattivo. Mangiare sano, in modo equilibrato è molto importante per numerosi aspetti del nostro organismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *