I segnali di una possibile infezione renale: i sintomi secondo gli esperti

Tante persone vengono colte da infezione renale, ma come capire i segnali? Ecco come gli esperti ci aiutano a capire i sintomi.

Infezione renale, come riconoscerla
Infezione renale, come riconoscerla (foto da Adobe Stock)

Tante persone vengono colte da infezione renale, ma come capire i segnali? Ecco come gli esperti ci aiutano a capire i sintomi. In sintesi, l’infezione renale, nota anche come pielonefrite, è un’infezione del tratto urinario che unisce vescica e reni. L’infezione si può contrarre anche attraverso i batteri nel sangue, anche se ciò è abbastanza raro.

Il nostro corpo ha difese immunitarie forti per abbattere i batteri e le infezioni del tratto urinario, ma a volte queste si indeboliscono. In questo modo, batteri e virus possono colpire vescica e reni. Le infezioni alla vescica sono più comuni di quelle ai reni, quest’ultime invece sono più pericolose, anche se i tintomi sono quasi gli stessi.

Potrebbe interessarti anche → Livelli di glicemia: i valori da tenere d’occhio e le ore in cui misurarli

I sintomi di una infezione renale spiegati dagli esperti

Cosa fare per prevenire infezioni
Cosa fare per prevenire infezioni (foto da Adobe Stock)

Tra le cause scatenanti l’infezione rientrano le basse difese immunitarie, il blocco urinario da calcolo renale, danni alla vescica. Inoltre, le donne sono più soggette a questo tipo di infezione rispetto agli uomini. Ma quali sono i sintomi di una possibile infezione renale? Solitamente, la sintomatologia da infezione consiste in febbre, dolore alla basso ventre, al fianco, all’inguine o alla schiena.

Sensazione di nausea e vomito, urina torbida o sanguinante, urina puzzolente e dolorosa. Tra l’altro, in caso di infezione, ci si reca spesso al bagno a fare pipì. Infezione renale e quella della vescica presentano più o meno gli stessi sintomi, perciò è difficile distinguerle. Tuttavia, se l’infezione è ai reni, provoca forte dolore al fianco e alla schiena, oltre che ha provocare vomito.

In caso di infezione, il malato può fare trattamenti con antibiotici, per un paio di settimane. Il ricovero in ospedale avviene solo in casi gravissimi, che sono molto rari. Occorre comunque intervenire tempestivamente, perché l’infezione potrebbe portare infezioni al sangue, problemi ai reni e incidere anche sullo stato di gravidanza.

Potrebbe interessarti anche → Infarto: si può capire da questi piccoli segnali che il cuore manda

Bere tanta acqua è fondamentale per il corretto funzionamento dei reni. Bere tanta acqua, possibilmente pulita e potabile, porta a svuotare la vescica di frequente. Svuotando la vescica più volte al giorno, si impedisce la proliferazione di batteri grazie al ricambio di acqua nell’organismo. Il tratto urinario perciò deve essere idratato. Un’altra precauzione, specie per le donne, è quella di pulirsi bene e urinare dopo l’intimità per liberarsi di eventuali batteri dall’uretra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *