Cachi: come conservarli in inverno, qualche trucchetto

Ci sono dei trucchetti sui cachi e su come conservarli in modo da averli per tutti l’inverno. Vediamo di che cosa si tratta e come non sbagliare.

cachi
Cachi (da Pixabay)

Il caco è un frutto tipico dell’autunno che trova la sua massima maturazione nel mese di ottobre e di novembre. Ce n’è ogni anno una grandissima disponibilità in natura e nei negozi di frutta e verdura, per non parlare dei supermercati. Mangiare cachi fa molto bene alla salute e al nostro organismo.

Infatti, sono ricchi di minerali, come calcio, potassio, magnesio, fosforo e di vitamine del gruppo A, B, C, E. È un energizzante, diuretico e un leggero lassativo, quindi, può depurare il fegato e l’intestino in modo ottimale. Naturalmente, per la concentrazione di zuccheri al suo interno, non è molto indicato per le persone con diabete. Per tutte le altre è consigliabile mangiarne, comunque, 1 o 2 al giorno.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Cachi: quanti mangiarne al giorno? La risposta degli esperti

Ma visto che fanno molto bene ma che hanno un periodo limitato, è possibile conservarli? Certo, ci sono diversi modi di conservare questi frutti arancioni deliziosi per qualcuno, meno appetitosi per altri. Vediamo qui di seguito come fare.

Cachi: come conservarli in inverno

cachi
Cachi (Foto di Any Lane da Pexels)

I cachi, una volta raccolti dall’albero, possono essere essiccati, oppure messi in frigorifero e in freezer per mantenerli nel tempo e farli durare per tutto l’inverno. Tuttavia, il modo più pratico e più facile di farlo è quel “rimedio della nonna” che ancora oggi funziona.

Si devono raccogliere i frutti dall’albero, i cachi mela si possono raccogliere anche quando sono un po’ più giallini e quindi non ancora del tutto maturi, metterli poi a testa in giù in una cassetta di legno, quelle che si usano per la frutta. Fatto questo potete conservarli in un garage, in una cantina, anche sul vostro terrazzo. Naturalmente dovrete proteggerli da attacchi indesiderati di uccelli e insetti.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Cachi: proprietà, benefici e controindicazioni di questo frutto autunnale

Il segreto è tagliare il peduncolo dei frutti, senza danneggiarli, prima di metterli a testa in giù. Naturalmente non possono essere conservati in eterno. In genere resistono per un paio di mesi, comunque un lasso di tempo ottimo per continuare ad usufruire dei suoi benefici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.