Lasagne: come conservarle al meglio con semplici trucchi

Ci sono dei piccoli trucchi che possono insegnarci come conservare le lasagne nel modo giusto. Vediamo di che cosa si tratta.

lasagna
Lasagne (Foto di Anna Guerrero da Pexels)

Uno dei piatti a cui proprio non si può rinunciare, soprattutto in questo periodo, è la lasagna. Esistono diversi nomi di chiamarla, moltissimi modi diversi di prepararla, ma tutti la sanno riconoscere. Tutti sanno che cos’è un buon piatto di pasta al forno farcita nel modo della nonna o della mamma.

Questo piatto può essere fatto con la besciamella, senza, con vari tipi di formaggio, con il ragù, con il pomodoro, con le verdure, con i funghi, con il pesce, insomma, con qualsiasi cosa incontri il gusto di chi la prepara e di chi dovrà gustarla. Ma come si conserva nel modo giusto? È una domanda che ci si pone spesso, non tanto per gli avanzi, difficile che ci siano, ma quanto per quelle lasagne che vengono preparate in anticipo.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Lasagna alla zucca: ricetta veloce senza friggere nulla

Bastano pochi e semplici accorgimenti per conservare al meglio questo piatto buonissimo che non deve perdere il suo sapore e nemmeno la qualità degli ingredienti. Quindi, nonne, mamme, qualsiasi persona si cimenti nel preparare lasagne prima di Natale, osservate questi piccoli consigli.

Lasagne: il modo giusto di conservarle

lasagne
(Foto Pexels)

Avrete già l’acquolina in bocca, ma riprendete la concentrazione e imparate bene come si fa a conservare tutte quelle vaschette di alluminio riempite di lasagne della vostra mamma o che avete preparato voi stessi. Allora, la prima soluzione è quella di usare il frigorifero. Ma in che modo?

In realtà se fate la lasagna il giorno prima di quando dovete presentarla a tavola, allora non cuocetela in forno. Fermatevi prima, avvolgetela nella pellicola e mettetela in frigorifero. Il giorno dopo, una mezz’oretta prima si servirla infornatela a 180°. Questo è il modo più corretto di procedere, ma soltanto se deve passare un giorno.

Si può usare, naturalmente, anche il freezer per tempi più lunghi. Qui, potete conservare sia le lasagne prima della cottura e poi scaldarle in forno quando necessario (occorrerà soltanto un po’ di tempo in più del previsto) oppure anche dopo la cottura. In questo caso, però, fate attenzione a farle prima raffreddare e poi metterle in freezer con la sua pellicola. Al momento di usarle basterà farle scongelare e poi scaldarle un po’.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Vincisgrassi: primo piatto marchigiano da non confondere con le lasagne

Una cosa che proprio non dovete fare è scongelare e poi ricongelare. Questa è una pratica che non va mai fatta con nessun cibo, specialmente con uno tanto buono come le lasagne. Perderà tutte le sue caratteristiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.