Reddito di cittadinanza, che bel regalo: i soldi arrivano prima

I possessori di carta per il Reddito di Cittadinanza possono usufruire di una bella opportunità a dicembre. Cosa ha deciso l’INPS adesso.

Reddito di cittadinanza i soldi arrivano prima
Reddito di cittadinanza i soldi arrivano prima Foto dal web

Per i fruitori del Reddito di Cittadinanza non ci sarà bisogno di aspettare dopo Natale per ottenere la mensilità dovuta. Lo ha reso noto l’INPS, confermando che il sussidio questo mese inizierà in anticipo. Tale privilegio però toccherà ai nuovi beneficiari del Reddito di Cittadinanza, che hanno ottenuto l’accesso al bonus a novembre 2021.

Ed anche coloro che hanno provveduto a rinnovare la loro posizione in seguito ai primi 18 mesi di fruizione del sussidio. Per tutti loro in realtà il pagamento dovuto è già arrivato lo scorso 10 dicembre. Arrivano in anticipo, a dicembre, anche le mensilità integrative per l’Assegno Unico e per i possibile arretrati ancora pendenti.

E poi nel 2022 ecco scattare un giro di vite contro i cosiddetti “furbetti”, vale a dire quei disonesti che hanno frodato lo Stato e tolto risorse utili a chi veramente ne necessitava, riuscendo ad accedere al Reddito di Cittadinanza senza averne alcun diritto.

Reddito di Cittadinanza, i soldi arrivano prima

Foto dal web

Per chi invece ha pieno diritto ad usufruire di questo provvedimento statale, c’è la possibilità, con questi soldi, di potere fare fronte a spese importanti come l’acquisto di beni indispensabili quali quelli di genere alimentare, o per pagare eventuali affitti e mutui.

Potrebbe interessarti anche: Bonus 2022, quali ci saranno e quali verranno cancellati: avete poco tempo

Il denaro confluirà come previsto sulla tessera del RdC, e lo stesso accadrà per l’anticipo di Natale dell’INPS, prima della scadenza prevista del 27, come avviene solitamente ogni mese. Essendo dicembre un mese particolare, contraddistinto dalle vacanze di Natale, le autorità previdenziali hanno trovato lecito anticipare il versamento del sostegno economico.

Potrebbe interessarti anche: Aumento delle bollette, esborso pauroso: come risparmiare ogni mese

Potrebbe interessarti anche: Dimenticare il pin della carta di credito, i trucchi efficaci per evitarlo

Il tutto dovrebbe verificarsi entro il prossimo 24 dicembre. Intanto però è bene ricordare che, a partire da gennaio 2022, sarà indispensabile rinnovare la propria certificazione ISEE necessaria per ottenere il bonus. C’è tempo solo entro la fine del 2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.