Due euro falsi, tre semplicissimi trucchi per riconoscerli

Basta qualche secondo per scovare i due euro falsi, mettendo in atto qualche espediente che ci consentirà di riconoscere quelli autentici dalle cosiddette “patacche”.

Due euro falsi come riconoscerli
Due euro falsi come riconoscerli Foto dal web

Due euro falsi, ci sono alcuni facili accorgimenti da mettere in pratica per riconoscerli. Può capitare di ritrovarsi con in mano dei pezzi di nessun valore e che, ad una seconda occhiata un pò più approfondita, si rivelano non essere autentici.

E questo avviene quando facciamo la spesa, quando andiamo in tabaccheria e non solo. A parte il fastidio che può capitare quando ci ritroviamo con dei due euro falsi, poi risulta praticamente impossibili liberarsene, e resta il danno economico. Di solito è richiesto andare in banca od all’ufficio postale per dare ad un operatore la banconota o la moneta contraffatta.

Se la falsità delle stesse viene accertata, riceveremo il corrispettivo reale ed autentico assieme ad una apposita documentazione di quanto avvenuto. Se invece il tutto è falso, non ci spetta alcun rimborso. Ma almeno eviteremo anche di andare incontro alle sanzioni previste, in quanto spendere soldi contraffatti rappresenta un reato, tra l’altro punibile anche se lo si fa inconsapevolmente ed in buona fede.

Due euro falsi, i tre facilissimi metodi per individuarli

Foto dal web

Riguardo ai due euro falsi, possiamo riconoscerli prendendo in mano la moneta che pensiamo non sia vera. Toccando tutte e due le facce con le dita, se non avvertiremo alcun rilievo avremo a che fare per l’appunto con una moneta senza valore.

Potrebbe interessarti anche: Cashback di Stato, c’è l’alternativa che rimborsa i tuoi acquisti a Natale

Oppure possiamo esaminarne i bordi, che nei due euro sono alquanto definiti, con una fresatura regolare sulla quale sono impresse delle stelline e delle scritte che differiscono di Stato membro in Stato membro della UE. In quelle false questo dettaglio è riportato in maniera grossolana, oppure potrebbe addirittura mancare.

Potrebbe interessarti anche: 2 euro rari, occhio a questi: valgono alcune migliaia di euro

Potrebbe interessarti anche: Whatsapp, come fare per avere messaggi solamente da chi vuoi tu

Ed infine, con una semplice calamita ci accorgeremo se un pezzo sia autentico oppure no. Se lo stesso non si attacca, allora sarà falso. Inoltre ancora oggi è possibile ritrovarsi con tra le mani una moneta da mille lire, entrata in circolo nella seconda metà degli anni Novanta e che visivamente ha alcune affinità con i 2 euro in quanto a sua volta bimetallica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *