Canone Rai, come fare per non pagarlo: chi può ottenere l’esenzione

È possibile evitare di versare la tassa sul canone Rai, ed in maniera perfettamente legale. In che modo è possibile avere l’esenzione necessaria.

Canone Rai come farlo per non pagarlo
Canone Rai come farlo per non pagarlo Foto dal web

Canone Rai, in quanti vorrebbero che sparisse per sempre. Ma si tratta di una tassa che riveste la sua importanza. Infatti la Rai è la Televisione di Stato e non può contare sulle stesse dinamiche che regolano i gruppi privati del settore, come la sua principale rivale Mediaset.

Non ci fosse così tanta pubblicità per quanto riguarda le emittenti di Cologno Monzese, anche su Canale 5 e consorelle verrebbe istituito un pagamento obbligatorio, magari sotto forma di abbonamento annuale. Questo per dire quanto il canone Rai riesca a far trovare delle risorse economiche importanti per viale Mazzini.

Dal 2016 il pagamento del canone Rai avviene con l’inserimento dello stesso all’interno della bolletta della corrente elettrica. Una misura concepita per contrastare l’elevato tasso di evasione riscontrato in particolar modo per quanto riguarda coloro che cercano di non pagare.

Canone Rai, chi può ottenere l’esenzione

Foto dal web

È comunque possibile non versare alcunché per il canone Rai. Il quale ammonta comunque ad una cifra non così esagerata di 90 euro all’anno, frazionata in dieci rate annuali che vanni da gennaio ad ottobre. L’esenzione spetta a coloro che non possiedono alcun televisore in casa, ad esempio.

In questo senso è necessario presentare una dichiarazione sostitutiva nella quale si afferma ciò. Ma se si sta mentendo, bisogna considerare che si sta commettendo un reato punibile con una elevata sanzione amministrativa oltre che con il carcere.

Potrebbe interessarti anche: Beautiful, anticipazioni 29 dicembre 2021: Hope è in grave pericolo

Tale dichiarazione va presentata alla Agenzia delle Entrate, entro il 31 gennaio di ogni anno. Lo si può fare recandosi fisicamente in una qualsiasi sede nazionale dell’Ente oppure inoltrando tale domanda con posta elettronica certificata PEC od attraverso raccomandata. Un’altra data utile è il 30 giugno 2022, qualora non dovessimo fare in tempo entro il 31 gennaio prossimo.

Potrebbe interessarti anche: Regina Elisabetta in pericolo | fermato un attentatore: “Volevo ucciderla”

Potrebbe interessarti anche: Bonus genitori separati, fino a 800 euro per le coppie che scoppiano

E ad ottenere l’esenzione dal pagamento del canone sono anche gli over 75 ed i pensionati che hanno un reddito inferiore agli 8mila euro all’anno. In quest’ultimo caso l’esonero viene applicato in modo automatico, senza la necessità di dover presentare alcuna domanda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *