Gnocchi senza patate, facili da cucinare, morbidi e veloci con questa ricetta

Una delle bontà culinarie italiane sono gli gnocchi, ma c’è un metodo per cucinarli anche senza patate, lasciandoli morbidi e leggeri: vediamo la ricetta

Come preparare gli gnocchi senza le patate
Come preparare gli gnocchi senza le patate (foto da Pixabay)

Una delle bontà culinarie italiane sono gli gnocchi, ma c’è un metodo per cucinarli anche senza patate, lasciandoli morbidi e leggeri: vediamo la ricetta. Vi sembrerà bizzarro, ma è possibile cucinare gli gnocchi senza usare le patate, basta recuperare una ricetta antica. La tradizione, anche in questo caso, ci viene in soccorso, quando gli gnocchi si preparavano in altro modo.

Bisogna andare molto indietro nel tempo, quando ancora le patate non erano state scoperte. Essendo originarie delle Americhe, l’antica e originale ricetta degli gnocchi prevedeva altro:

  • Acqua
  • Farina
  • Olio
  • Sale

Potrebbe interessarti anche → Come conservare gli agrumi, le dritte di Benedetta Rossi

La ricetta per cucinare gli gnocchi

La ricetta per gli gnocchi
La ricetta per gli gnocchi (foto da Pixabay)

Per cucinare gli gnocchi privi di patate ci occorrono i seguenti ingredienti:

  • Mezzo litro di acqua
  • 450 g di farina 00
  • Del sale
  • 45 g di olio extravergine

Una volta raccolti tutti gli ingredienti, possiamo passare alla preparazione, facciamo bollire in una pentola l’acqua e aggiungiamoci l’olio e il sale. L’acqua bollette renderà l’impasto per gli gnocchi morbido. Aggiungiamo poi la farina nella pentola con acqua bollente e mescoliamo per bene. Dunque spegniamo il fuoco.

Proseguiamo a mescolare con un cucchiaio di legno, fino a ottenere un impasto omogeneo. A questo punto, stendiamo l’impasto su una base infarinata e iniziamo a impastare. Cominciamo a formare gli gnocchi, creando delle pallette della misura che più gradiamo e poi riponiamo su una base infarinata, in modo tale che gli gnocchi non si secchino.

Potrebbe interessarti anche → Cucina etnica: i 4 piatti più salutari da scoprire e inserire nella dieta

È il momento della cottura, della stessa durata di quando utilizziamo le patate tra gli ingredienti. Facciamo bollire l’acqua, la saliamo e ci buttiamo dentro gli gnocchi. Aspettiamo che questi salgano a galla e a questo punto possiamo scolare. Non resta che il condimento, un filo d’olio e un buon sugo bastano per godersi un piatto gustosissimo e anche abbastanza leggero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *