Piante fragili in inverno? Piccoli trucchi per rafforzarle partendo dai bulbi

In inverno le piante diventano dormienti e si indeboliscono, ma ci sono dei trucchi per rafforzarle partendo dai bulbi. Scopriamo cosa fare sin dall’inizio.

Bulbi dei narcisi
Bulbi dei narcisi, abituarli a “condizioni invernali” sin dal principio (foto da Pixabay)

In inverno le piante diventano dormienti e si indeboliscono, ma ci sono dei trucchi per rafforzarle partendo dai bulbi. Scopriamo cosa fare sin dall’inizio. Tutto quello che dobbiamo fare è “ingannare” i bulbi, facendo credere che sia primavera. Suona strano, detto così, ma il procedimento è abbastanza semplice.

Il bulbo è una specie di “magazzino sotterraneo”, contenente tutti i nutrienti della pianta. Fornisce le basi per far germogliare. Se abituiamo il bulbo a crescere in condizioni “invernali”, la nostra pianta nascerà più forte. Occorre piantare un bulbo in un vaso poco profondo, utilizzando un compost argilloso con un buon drenaggio dell’acqua.

Potrebbe interessarti anche → Bulbi di Narciso, si possono piantare anche a gennaio: ecco cosa bisogna fare

Come rendere fori le piante durante l’inverno, partendo dal bulbo

Distesa di tulipani
Distesa di tulipani (foto da Pixabay)

Il bulbo della pianta deve essere interrato con la punta verso l’altro, di poco sotto la superficie del terriccio. Una volta messi tutti i bulbi nei vasi, questi devono essere conservati in luoghi bui e freschi. I garage o le cantine sono posti perfetti per la loro conservazione.

Oppure, all’occorrenza, messi in delle cassette e coperti con sacchi scuri per non far filtrare la luce. I bulbi devono essere annaffiati costantemente, senza mai creare ristagni di acqua, lasciando il terreno umido. I bulbi necessitano di circa tre mesi per mettere radici e per fiorire.

Alcune piante potrebbe necessitare di qualche settimana in più, come ad esempio narcisi, giacinti o tulipani. Quando i bulbi mettono le radici, significa che sono pronti per essere messi fuori. Le radici sono l’indicatore principale, se queste sono piccole e fragili, allora è meglio aspettare ancora un po’, altrimenti la pianta potrebbe morire a causa della sua fragilità.

Potrebbe interessarti anche → Proteggere e curare le piante: si può fare anche con candeggina e latte

Le radici devono essere robuste e profonde nel vaso. In questo caso, possiamo spostare la pianta in un luogo più luminoso e più caldo. La lasciamo qui per altre tre settimane, facendo attenzione a non collocarla vicino a fonti di calore. Nel giro di un mese, i bulbi fioriranno. Una questione di abitudine, come ogni essere vivente. Forzando la pianta a nascere in condizioni più estreme questa sarà più forte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *