Pasta al pomodoro, la produzione è a forte rischio: “Crisi nerissima”

Quello che è uno dei piatti tipici della cucina italiana rischia di essere fortemente limitato. Cosa sta succedendo alla pasta al pomodoro.

Pasta al pomodoro produzione a rischio
Pasta al pomodoro produzione a rischio Foto dal web

Pasta al pomodoro, una specie in via di estinzione. Ne parliamo come se fosse un animale raro e pregiato, ed in realtà questa perla della tradizione gastronomica italiana è come se lo fosse, da un certo punto di vista.

Infatti sono venute a crearsi delle situazioni tali da minacciare la realizzazione degli ingredienti necessari per la preparazione di una buona pasta al pomodoro. Ed è la Coldiretti a porre l’accento su questo enorme problema.

La principale minaccia alla pasta al pomodoro arriva dai rincari delle utenze energetiche. Gli aumenti delle bollette di energia elettrica e gas hanno fatto si che, ad oggi, ci siano esborsi immani da sostenere per molte piccole ed anche medie imprese del comparto.

La produzione della pasta, in particolare, è minata alla base, con rincari di più del 30% per quanto concerne i soggetti attivi nel settore della produzione del grano. Un esborso che si traduce in ben 400 euro in più da tirare fuori per ciascun ettaro del proprio terreno sottoposto a coltivazione, in tutte le sue fasi.

Pasta al pomodoro, i motivi della crisi

Foto dal web

Un’altra mazzata arriva pure dall’aumento dei prezzi legato all’impiego di carburante. Tanti macchinari vanno a benzina o ad altro elemento a combustione, e pure in questo caso il prezzo è aumentato. Addirittura del 50% rispetto al prezzo riscontrato nel 2021.

Assieme alla pasta al pomodoro rischiano anche i settori della produzioni di Olio – un’altra eccellenza italiana – sempre per via di bollette e benzina, ma anche per i rincari che riguardano la carta (+75%) ed il vetro (+15%), che servono per imbottigliamento e confezionamento.

Potrebbe interessarti anche: Aumento dei prezzi, esercenti costretti ad attuare i rincari: cosa succede

A completare il quadro ci sono i problemi che fanno riferimento al comparto del pomodoro, con alcuni ritardi non riscontrati negli scorsi anni ma che ora stanno rallentando la produzione.

Potrebbe interessarti anche: Stangata sul prezzo della pasta: i rincari non risparmiamo le famiglie

Potrebbe interessarti anche: Bolletta del gas, cala il prezzo eppure c’è poco da gioire

Contestualmente poi tutto il necessario per confezionare anche la pasta, le passate di pomodoro e quant’altro sono altresì soggette a degli aumenti. Che partono già dai trasporti dagli stabilimenti di produzione ai punti di ingrosso, e da questi alla grande distribuzione nei supermercati e nei negozi di alimentari. Con la conseguenza che ora tutto costerà di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *