Libretto postale, se ne hai uno rischi di perderlo: attento a questa data

Per tutti coloro che hanno un libretto postale aperto c’è una importante novità, che potrebbe anche culminare con l’estinzione dello stesso.

Libretto postale di Poste Italiane ci sono novità
Libretto postale di Poste Italiane ci sono novità Foto dal web

Libretto postale, ci sono delle novità in merito a quelli che sono i buoni fruttiferi di Poste Italiane che da decenni vengono aperti allo scopo di guadagnare con gli interessi su una cifra depositata in origine. Ne esistono ancora di molti vecchi, ed è a questi che bisogna prestare attenzione.

Infatti la stessa Poste Italiane rende noto che, chiunque sia detentore di un libretto postale sul quale non sono avvenuti movimenti di qualunque tipo da un periodo di almeno dieci anni, avrà solamente poche settimane di tempo per fare si che lo stesso non scada.

Il termine ultimo fissato in tal senso da Poste Italiane è al 29 marzo 2022. Dopo quella data, un libretto postale cosiddetto “dormienti” non sarà più valido, se risultato inattivo da dieci anni a salire. Questo comporterà la estinzione in automatico.

Inoltre ciò avrà luogo a prescindere dalla tipologia e dal saldo presente. Non importa nemmeno la differenziazione tra titolare effettivo e co-titolare o delegato. Se su di un libretto di Poste Italiane non risulta alcuna operazione risalente da inizio 2012 in poi, lo si perderà con tutte le somme ivi depositate.

Libretto postale, cosa succede in questa situazione

Questi risparmi tuttavia non andranno persi e potranno ritornare nelle possibilità dei privati cittadini. I soldi confluiranno infatti all’interno del fondo CONSAP, nato nel 2006, ed al quale basterà fare domanda per riavere il proprio credito. A dirla tutta però questo provvedimento riguarderà pure i libretti della banca.

Potrebbe interessarti anche: Furto di password, succede se vieni colpito da questo malware

E se, dopo 180 giorni dalla ricevuta comunicazione non ci sarà a sua volta alcun movimento oppure una comunicazione scritta, pure in questo caso ci sarà l’estinzione automatica del libretto. Per ovviare a questa situazione è necessario recarsi all’ufficio di riferimento di Poste Italiane o della banca, anche senza alcuna comunicazione del caso.

Potrebbe interessarti anche: Bonus Bollette 2022, a chi spetta e come vedere se è stato applicato

Potrebbe interessarti anche: Come risparmiare sulle bollette, i trucchi per ridurre sprechi ed esborsi

E si procederà con una operazione che rimanderà a tra molti anni l’eventualità di potere vedere la estinzione del libretto per inattività. La scadenza del 29 marzo 2022 riguarda i depositi scaduti il 31 agosto 2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *