Allergie alimentari: tutto quello che bisogna sapere

Oggi giorno esistono molti prodotti adatti anche a chi soffre di allergie alimentari, un problema sempre più in crescita nella popolazione mondiale. 

Allergie alimentari
(Pinterest, Naturalmagazine.it)

Una delle allergie alimentari più diffuse è sicuramente quella al glutine, seguita dall’allergia al nichel. Oggi giorno, di fronte ad un problema sempre più frequente, anche i grandi marchi si sono adattati alle nuove esigenze dei consumatori, realizzando dei prodotti ad hoc per tutti coloro che soffrono di intolleranze e allergie. Tutti i dettagli.

Allergie alimentari: la tipologia di farina e cereali consigliata

Le allergie e intolleranze alimentari sono sempre più diffuse tra la popolazione mondiale. Spesso, a contatto con cibi troppo raffinati e lavorati a livello industriale, l’organismo sviluppa delle resistenze relative ad alcune sostanze o enzimi presenti negli alimenti.

allergie alimentari
(Pinterest, everydayhealth.com)

Una delle allergie più diffuse è senz’altro quella al glutine, seguita da quella al nichel. Oggi giorno, per fare fronte a questo problema sempre più frequente, le multinazionali e le grandi industrie alimentari hanno ideato degli alimenti specifici, privi di glutine, come mais, quinoa, amaranto. Pasta e farina di mais ad esempio sono perfetti per chi soffre di intolleranza al glutine. Questa sostanza si trova naturalmente in moltissimi cibi tra cui:

  • pasta;
  • pane;
  • cereali;
  • insaccati;
  • formaggi;
  • biscotti;
  • prodotti da forno;
  • salse.

Il marchio Schär, tra questi, vende prodotti realizzati con farina di mais, così come le grandi realtà come la Barilla si sono impegnate per creare alimenti adatti alle persone allergiche.

Potrebbe interessarti anche: Senso di gonfiore durante i pasti: esiste l’intolleranza al lievito?

Allergia al nichel: i cibi da evitare

Solitamente chi soffre di allergia al glutine e al nichel contemporaneamente è costretto ad effettuare delle piccole rivoluzioni all’interno della propria dieta. Se infatti, chi è allergico al glutine può consumare senza problemi un piatto di pasta alla farina di mais, non si può dire altrettanto per un allergico al nichel.

Potrebbe interessarti anche: Sintomi e cause dell’intolleranza al lattosio: cosa c’è da sapere

Il nichel è contenuto in tantissimi cereali come: avena, farro, mais, grano saraceno, farina integrale, crusca, orzo. I sintomi dovuti all’ingerimento di tale metallo in alcuni di questi cibi potrebbero comportare: crampi addominali, vomito, svenimento, mal di testa e coliche. Il prodotto ideale per chi soffre di questa intolleranza è senza dubbio la farina di riso, ma anche riso soffiato, quinoa e amaranto hanno un bassissimo contenuto di nichel e risultano adatti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *