Dieta dell’acqua giapponese: come funziona, benefici e rischi

Ecco come funziona la dieta dell’acqua giapponese con tutte le sue caratteristiche, i benefici per l’organismo ma anche i rischi che si possono correre.

dieta bere acqua
Donna che beve un bicchiere d’acqua (Pixabay)

In Giappone è molto diffusa la dieta dell’acqua, un particolare metodo che è stato approvato dalla Japan Medical Association e che trova le sue radici in una lunga tradizione. Sappiamo molto bene che ad un organismo, per mantenersi in perfetta salute, serve molta acqua tutti i giorni, almeno 2 litri.

Tuttavia, in questa pratica giapponese si deve bere tanta acqua alla mattina appena svegli. L’acqua non deve essere troppo fredda perchè altrimenti rallenta la digestione indurendo oli e grassi ricevuti dai cibi. Bisogna bere acqua a temperatura ambiente oppure calda in modo da ripulire alla perfezione l’intestino. Questa tecnica porta indubbiamente a dei benefici, ma ci sono anche dei rischi.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Dieta ipoproteica: perché può danneggiare i capelli

Vediamo allora, innanzitutto, come funziona questo dieta molto particolare, quali benefici porta all’organismo e quali rischi si possono correre per la salute secondo gli esperti.

Dieta dell’acqua giapponese: benefici e rischi

bere acqua salute
Donna che beve una bottiglietta d’acqua (Adobe Stock)

La dieta funziona in questo modo: al risveglio bisogna bere 4 o 5 bicchieri di acqua da 160 ml, naturalmente a stomaco vuoto e prima di lavarsi i denti. Poi, prima di fare colazione bisogna attendere almeno 45 minuti. Ad ogni pasto della giornata, colazione, pranzo e cena, bisogna mangiare per 15 minuti soltanto e attendere almeno 2 ore prima di mangiare o bere altre cose.

Secondo gli esperti questa tecnica deve essere usata per alcuni giorni, che possono variare in base alla condizione che si vuole trattare. Ad esempio, se si ha il diabete occorre un periodo di 30 giorni, così come per trattare la pressione alta. Il periodo si allunga a 180 giorni se si ha il cancro e si riduce a 10 giorni se si vuole combattere la costipazione. Per tutto questo, però, non ci sono prove scientifiche.

L’acqua fa sicuramente bene e ci sono dei vantaggi per l’organismo che includono il beneficio dell’intestino, accelerare il metabolismo, far lavorare meglio i reni, eliminare le tossine, assumere sicuramente meno calorie e perdere peso. Tuttavia, troppa acqua potrebbe dare degli effetti collaterali. L’acqua non va bevuta in quantità maggiori di 1 litro in un’ora perchè questo mette in difficoltà i reni che devono elaborarla. Inoltre, lo spazio di 15 minuti per mangiare non è salutare, si corre il rischio di mangiare in fretta, masticare poco, tutti elementi dannosi per la digestione.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Dieta nordica: cosa si mangia e tutte le caratteristiche

In conclusione, per qualsiasi dubbio o domanda dovete rivolgervi ad un esperto del settore poichè potrebbe essere molto pericoloso fare diete da soli che si trovano online. Ogni persona ha la necessità di variare le quantità in base al proprio stato di salute.

Impostazioni privacy