Mutui 2022, è il periodo peggiore per chiedere un prestito: il motivo

In relazione ai mutui 2022, la situazione attuale non è decisamente delle più indicate. Per quale motivo aumentano le difficoltà in proposito.

Modellino di casa con monete sullo sfondo
Modellino di casa con monete sullo sfondo (Pixabay)

Mutui 2022, c’è una brutta notizia che riguarda questo aspetto molto delicato e che accompagna le uscite mensili di tantissime famiglie in Italia. La cosa è una diretta conseguenza di quella che è la difficile situazione internazionale, fortemente condizionata dal conflitto armato in Ucraina scatenato dalla Russia.

Questa congiuntura sfavorevole ha causato una serie di ripercussioni negative in più ambiti. Dall’import-export per quanto riguarda il campo economico a disastri in quello umanitario, soprattutto. Ed anche politicamente lo scenario internazionale è mutato, con tutto il mondo – tranne qualche spiacevole eccezione – che sta isolando Vladimir Putin.

La guerra però c’entra anche con i mutui 2022 perché finisce con il gravare anche con quelli che sono i tassi di interesse ad essi connessi. Sono sorte delle difficoltà per chi ha intenzione di acquistare una casa e deve per forza di cose fermarsi in banca per fare relativa richiesta di prestito.

Potrebbe interessarti anche: Gravi conseguenze anche sui nostri conti corrente

Mutui 2022, forti variazioni negli ultimi mesi

Casa sullo sfondo con monete in primo piano
Casa sullo sfondo con monete in primo piano (Pixabay)

Una particolare attenzione la desta l’Irs, che è il fattore che riguarda i mutui a tasso fisso e che ha subito diversi saliscendi nel corso del 2021 e dell’inizio del 2022. Addirittura una oscillazione pesante ha visto un passaggio dallo 0,30% fino ad oltre l’1% nel giro di appena tre mesi, da novembre a febbraio 2022, per i tassi di mutui ventennali.

Potrebbe interessarti anche: Agenzia delle Entrate, ora è tutto più facile con gli appuntamenti a distanza

C’è stato quindi un calo, ma con la guerra la situazione tenderà ancora al peggio, dal punto di vista economico. C’è anche da dire che i vari istituti di credito applicano dei tassi di interesse a volte molto differenti gli uni dagli altri. Non mancano poi offerte vantaggiose per attirare il maggior numero possibile di utenti.

Potrebbe interessarti anche: Casa senza mutuo, un sogno che diventa realtà: cosa devi fare

Ad oggi una rata mensile di un mutuo, prendendo in considerazione i tassi di interesse TAEG, mostrano una salita di circa 30 euro. Per quella che è una uscita che assume un certo peso, considerando tutte le altre spese mensili in forte aumento e che gravano sul bilancio di un nucleo familiare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *