Analisi del sangue, in questi casi la ASL dice si all’assegno mensile

Quanto sono importanti le analisi del sangue? Moltissimo, ed in certi casi anche non gravi possono dare adito alla ricezione di un sostegno economico.

Provette ripiene di sangue in laboratorio
Provette ripiene di sangue in laboratorio (Pixabay)

Le analisi del sangue sono un qualcosa che dovrebbe diventare una routine. Infatti è da questo che si comincia a fare prevenzione. E nel caso in cui dovesse sorgere una particolare condizione ecco che potrebbero scattare delle importanti tutele fornite dalla Legge 104. Questa è una cosa che non tanti conoscono.

Così come poco nota risulta la copertura data a chi soffre di una specifica patologia che potrebbe venire fuori in seguito alle analisi del sangue. È tutto legato alle analisi del sangue per l’appunto, che possono dare una indicazione importante in tal senso.

Difatti, a seguito di apposite analisi del sangue potrebbe saltare fuori una condizione non di malattia grave ma comunque di quella che è una patologia che dà il diritto ad usufruire di un sostegno importante come regolarmente stabilito dalla Legge 104.

Se ci sono valori del sangue anomali ecco che può esserci la copertura da parte della misura indicata. Valori che, nella consuetudine, dovrebbero attestarsi sui 12 g/dl nelle donne, oppure a 11g/dl se in dolce attesa. Negli uomini tale valore sale a 14 g/dl a causa della differenza di fisico.

Potrebbe interessarti anche: Legge 104, non tutti conoscono questo vantaggio da sfruttare

Analisi del sangue, in queste situazioni scatta la copertura dell’ASL

Macchinario per le analisi ematiche
Macchinario per le analisi ematiche (Pixabay)

Se i valori sono inferiori si parla di anemia, cioè di carenza di ferro. E per l’appunto, con del valori sballati, c’è il pieno sostegno da parte della ASL di riferimento, dopo una apposita visita di controllo medico. Se il tutto verrà regolarmente riconosciuto, ci sarà un assegno di invalidità.

Potrebbe interessarti anche: Legge 104, se sei idoneo puoi rifarti il bagno di casa

Potrebbero presentarsi anche delle situazioni più serie, per le quali sono previste delle misure direttamente proporzionali al grado di gravità riscontrato. Ci sono pure dei casi in base ai quali l’anemia impedisce ad un soggetto di potere procedere con una corretta deambulazione e quando questo avviene scatta anche l’indennità di accompagnamento, come previsto sempre dalla Legge 104.

Potrebbe interessarti anche: Legge 104 congedo biennale, quando scatta l’orario? La risposta

Ancora, l’anemia può essere una conseguenza di malattie dell’intestino, di insufficienze renali o altro. E raggiungere un livello di 100%. Avere accesso alle agevolazioni del caso è semplice, con una domanda da presentare alla ASL per potere procedere con una visita di verifica sanitaria della persona interessata. In caso positivo, entro breve partirà il sussidio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *