Truffa della fattura elettronica, l’avvertimento dell’Agenzia delle Entrate

Come funziona la truffa della fattura elettronica: fate estrema attenzione se doveste trovare questo messaggio, l’AdE mette in guardia tutti.

Ricostruzione grafica del web
Ricostruzione grafica del web (Pixabay)

Attenzione alla truffa della fattura elettronica, che sfrutta il buon nome dell’Agenzia delle Entrate da parte di ignoti cyber criminali. In base a questo tentativo di phishing, l’Ente potrebbe farsi sentire in relazione ad uno specifico dettaglio che riguarda questa situazione in particolare.

I malviventi, spacciandosi infatti per il Fisco, reclameranno il pagamento su quanto riguarda l’ultimo trimestre del 2021, che va da ottobre a dicembre. Ma come detto, si tratta di una truffa. C’è chi è perfettamente in regola con ogni fattura elettronica emessa e chi invece ha tutt’altro modo per dichiarare le proprie entrate all’Erario.

La truffa della fattura elettronica è un potenziale rischio che potrebbe colpire chiunque. E di cui proprio l’Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni dettami allo scopo di non cascarci. Nel caso in cui dovessimo trovare un messaggio via e-mail ed anche via sms che dovesse recare come mittente la stessa AdE, si tratterà di un qualcosa di non autentico.

Potrebbe interessarti anche: Prezzi benzina, occhio ai gestori disonesti: la truffa segnalata

Truffa della fattura elettronica, attenzione: non è la vera Agenzia delle Entrate

Logo dell'Agenzia delle Entrate
Logo dell’Agenzia delle Entrate (Foto agenziaentrate.gov.it)

Per cui tale messaggio andrà cancellato senza neppure doverlo aprire per visualizzarne il contenuto. In caso contrario si rischia di immettere qualche pericoloso software all’interno del computer o dello smartphone. E potrebbe andare pure peggio, con i soliti, immancabili link che non mancano mai in questa tipologia di illecito.

Potrebbe interessarti anche: Truffa Poste Italiane, i messaggi via mail o sms che vi svuotano il conto

Anche la truffa della fattura elettronica è infatti un tentativo di phishing che fa leva sugli utenti più creduloni. Per cui viene richiesto a quest’ultimi di aprire un collegamento in allegato e di riempire tutti i campi presenti con i propri dati personali. Una cosa che invece non va mai fatta.

Potrebbe interessarti anche: Truffa Bancomat, se avvengono queste situazioni sei in grave pericolo

Qualora doveste trovarvi di fronte ad una situazione del genere, vorrà dire che siete nel bel mezzo di un tentativo di truffa, del quale siete voi le vittime. Occorre ricordare che ogni comunicazione importante arriverà sempre dalla nostra area privata sul sito web tanto dell’Agenzia delle Entrate quanto di altri enti ufficiali, sia della Pubblica Amministrazione che privati (banche, assicurazioni…), di e-commerce e quant’altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *