Prezzi benzina, occhio ai gestori disonesti: la truffa segnalata

L’argomento prezzi benzina si caratterizza non solo per l’aumento dei costi degli ultimi mesi ma anche per un illecito diffuso da più parti.

Una persona fa rifornimento di carburante
Una persona fa rifornimento di carburante (Freepik)

Prezzi benzina, la situazione è tornata ad un parziale miglioramento dopo l’intervento messo in atto dal Governo con il Decreto Energia ter dello scorso 19 marzo 2022. Tra le misure annunciate in quella circostanza infatti si è fatto strada in maniera importante il taglio sulle accise invocato da più parti.

Il provvedimento ha però tagliato solamente 25 centesimi a litro più altri 5 di Iva, e risulterà in vigore soltanto fino al 30 aprile 2022. Questo vuol dire che da maggio in poi i prezzi di benzina e gasolio sono destinati ad aumentare. Perché nel frattempo la situazione internazionale attuale, estremamente difficile, non avrà una soluzione.

E quindi le ripercussioni in ambito sociale, politico ed economico permarranno. Uno dei tanti effetti negativi si rispecchia per l’appunto sui prezzi di benzina e diesel. Che aveva toccato addirittura quota 2,5 euro al litro per entrambi, salvo tornare provvisoriamente sull’1,75 euro al litro in media.

Prezzi benzina, segnalata una odiosa truffa

Erogatori di carburante
Erogatori di carburante (Freepik)

Ma a febbraio 2022 i prezzi di benzina e gasolio erano inferiori, arrivando ad una media massima di 1,74 euro al litro. Mentre a gennaio erano di gran lunga inferiori, attestandosi sull’1,6 euro al litro. Ed ancora più bassi risultavano a dicembre, quando comunque gli esborsi relativi avevano portato a delle lamentele in quanto già allora si presagiva una situazione di non normalità.

Ci sono anche altre misure ideate dai vari ministeri di competenza per tamponare il caro carburanti. Come ad esempio i Buoni Benzina da 200 euro, che però interessano una precisa categoria di lavoratori. Ma allo stesso tempo ci sono anche altri problemi. Come ad esempio i benzinai disonesti che manomettono i contatori dei loro distributori.

Fate attenzione quando andate a rifornirvi: potreste notare che il display della cifra pagata scatterebbe più velocemente rispetto al carburante erogato. Se siete sicuri di ciò, potreste richiedere un intervento da parte della Guardia di Finanza.

Potrebbe interessarti anche: Bonus Benzina, solo alcuni possono avere il voucher da 200 euro

Attenzione ai benzinai disonesti

Una conferma arriverà facilmente facendo un rapido calcolo tra quanto costano benzina o diesel al litro, tra quanto abbiamo pagato per il nostro rifornimento e quanto effettivamente ci ritroviamo nel serbatoio. I numeri non mentono mai e magari potremmo effettivamente scoprire che c’è un illecito in atto.

Potrebbe interessarti anche: Prezzi benzina, in quale giorno della settimana risparmierai di più

Del resto le autorità hanno sorpreso diversi benzinai in tal senso. Altri ancora hanno alterato i prezzi dei carburanti approfittando dei rincari di questo periodo. Per tutelare i consumatori sono intervenute anche le associazioni di categoria, che chiedono verifiche e sanzioni per chi viene scovato a mettere in atto comportamenti che violano la legge.

Potrebbe interessarti anche: Prezzi benzina, fai la spesa qui ed ottieni dei bonus per fare rifornimento

Allo scopo di non rivolgersi a questi furbi si consiglia di avvalersi di app apposite che consigliano con aggiornamenti periodici quali sono i distributori di carburante più convenienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.