Verdura e ortaggi: quanta e quando assumerla durante il giorno

Probabilmente chi potrebbe, eviterebbe di certo di mangiare verdura, tuttavia è un alimento indispensabile in una dieta: ecco quando assumerla.

quando mangiare verdura
Ciotola con verdure fresche (Unsplash)

La verdura, così come la frutta, è un elemento essenziale da inserire nella dieta quotidiana. Essa è infatti una fonte rilevante di vitamine, fibre, antiossidanti e minerali che sono essenziali per il nostro organismo. Le principali proprietà al suo interno sono:

  • Acido folico: aiuta nella crescita ed è fondamentale soprattutto durante la gravidanza per prevenire una grave malattia del feto: la spina bifida;
  • Antiossidanti: proteggono l’organismo e prevengono fattori come l’invecchiamento e malattie cardiovascolari;
  • Fibre: donano un senso di sazietà maggiore, favoriscono l’attività intestinale e proteggono l’organismo da patologie come diabete, malattie legate al cuore;
  • Potassio: è importante per il buon funzionamento dei muscoli e del cuore;
  • Vitamina A: fondamentale per contrastare le infezioni della pelle e delle mucose, favorisce la crescita perché aiuta lo sviluppo dello scheletro ed è inoltre preziosa per la vista.
  • Vitamina C: è utile per rinforzare il sistema immunitario e contribuisce alla salute dei denti, delle ossa, della pelle e dei vasi sanguigni.

Ti potrebbe interessare anche >>> Basso apporto calorico e tanta verdura, è la dieta di Okinawa, come funziona

Verdura, perché è importante assumerla, quando e soprattutto quanto

importanza delle verdure
Insalatona ricca e nutriente (Unsplash)

Non esiste un quantitativo giusto per quanto riguarda l’assunzione della verdura, perché varia a seconda del fabbisogno energetico. Essa è infatti un alimento che contiene poche calorie e non importanti se si guarda il quadro complessivo giornaliero. Un fattore limitante potrebbero essere i condimenti che si aggiungono, come il sale, l’olio e l’aceto. Con verdura non si intende solo l’insalata, anzi, tutte le verdure hanno la stessa funzione e variare il più possibile nelle scelte, permette di avere una più ampia gamma di nutrienti.

Ti potrebbe interessare anche >>> La frutta e la verdura che contengono le maggiori quantità di potassio

Un effetto collaterale potrebbe essere l’apporto copioso di fibre, le quali possono portare ad un eventuale gonfiore addominale. Tuttavia dal punto di vista nutrizionale, più verdura e ortaggi ci sono nel piatto e meglio è. Visto il senso di sazietà che dona, l’ideale sarebbe mangiarla sia a pranzo che a cena, così si evita di cadere negli eccessi e il volume di cibo ingerito è poi inevitabilmente minore. Se si concentra tutta la verdura in un solo pasto, ci si riempie lo stomaco di volume con poche calorie e si rischia di consumare una quantità insufficiente di nutrienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *