Sconti in bolletta, partono da adesso: come fare per averli

Via al Bonus Sconti in bolletta, che aiuterà tantissime persone a contenere gli esborsi delle utenze. Cosa bisogna fare per ottenerlo.

Un uomo intento a fare dei calcoli
Un uomo intento a fare dei calcoli (Freepik)

Sconti in bolletta, dal mese di aprile sarà possibile usufruire di questa possibilità. E ciò in aiuto a non poche famiglie a basso reddito che non riescono a trovare i soldi necessari per mettersi in regola in relazione a quelli che sono i consumi compiuti. Il primo trimestre del 2022 ha portato la annunciata mazzata per tutti.

Questa cosa però sarebbe destinata a peggiorare, dal momento che si attendono ulteriori rincari per corrente elettrica e gas. Il rischio concreto è che le bollette del secondo trimestre potrebbero essere ulteriormente più salate. Perciò gli sconti in bolletta si rendono necessari.

Il Sole 24 ore fa sapere che le utenze sono aumentate del 10% a marzo rispetto a dicembre 2021, e che attualmente sono effettivi 41mila e 237 rateizzazioni sulle bollette. Di questi, 24mila e 597 riguardano le famiglie ed il resto le piccole imprese. Per tutti loro c’è la possibilità di usufruire di sconti in bolletta, al netto di una situazione debitoria non da poco.

Potrebbe interessarti anche: Perché ai posti di blocco potrebbero controllare il serbatoio per il diesel

Sconti in bolletta, chi può usufruirne

Una persona fa i conti delle bollette
Una persona fa i conti delle bollette (Freepik)

Si parla infatti di una media di 750 euro per i nuclei familiari e di ben 5mila euro per le aziende di dimensioni contenute. Riguardo agli sconti in bolletta, da tutto aprile e per l’interno 2022 sarà possibile accedervi se in presenza di una determinata condizione.

Potrebbe interessarti anche: Carenza di beni, rischio stop totale per via di un ingrediente fondamentale

La cosa fa riferimento all’ISEE dichiarato, che non deve superare i 12mila euro di ricavi annuali. La cosa è prevista dall’apposito Bonus Sconto in bolletta, che riguarda sia la luce che il gas e che è inserito all’interno del Decreto Sostegni ter annunciato il 19 marzo scorso. In precedenza la soglia di ISEE massimo ammontava a 8 mila euro annui, ma è stata ritoccata verso l’alto apposta per potere aiutare un numero maggiore di persone in difficoltà.

Potrebbe interessarti anche: Bolletta dell’acqua, sprechi ed aumenti da paura: qui si paga di più

Il proprio ISEE va caricato online sul sito web dell’INPS, accedendo poi alla propria area utente. Oppure ci si può rivolgere ad un patronato CAF. Sarà poi compito dell’INPS informare l’ARERA, l’Agenzia che regola l’energia di reti ed ambiente, applicare direttamente gli sconti in bolletta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *