Come pulire la lavastoviglie per evitare che si rompa: i consigli migliori

Un elettrodomestico molto utilizzato ma che può rompersi facilmente se non se ne ha cura abbastanza. Vediamo come pulire la lavastoviglie.

Mantenere pulita la lavastoviglie
Lavastoviglie vuota (Pexels)

La lavastoviglie è uno degli elettrodomestici che tutti adorano in quanto rende possibile evitare di lavare i piatti a mano.

Tuttavia come ogni altro tipo di elettrodomestico, per far sì che sia efficiente e che non si rompa spesso è opportuno tenerla sempre pulita. Come? Vediamo qui di seguito quali sono i consigli migliori per pulire la lavastoviglie.

Pulire la lavastoviglie: ecco come farlo nel modo migliore

La pulizia della lavastoviglie è molto importante, in quanto un eventuale ristagno d’acqua potrebbe generare la presenza di batteri che potrebbero trasferirsi sui nostri piatti o bicchieri. Tuttavia molto spesso l’utilizzo del detersivo e dell’acqua non basta per tenere al meglio la lavastoviglie. Infatti con il tempo quest’ultima potrebbe presentare cattivi odori a causa di accumuli di sporco o cibo.

Eliminare batteri e muffe dalla lavastoviglie
Tazze nella lavastoviglie (Pixabay)

Inoltre l’accumulo di calcare potrebbe rovinare i vari pezzi che compongono questo utilissimo elettrodomestico, come braccetti o l’impianto idraulico.

Per questo motivo vi proponiamo alcuni consigli per pulire al meglio la vostra lavastoviglie. Prima di tutto è necessario, prima di porre piatti o stoviglie all’interno della lavastoviglie, eliminare gli avanzi di cibo utilizzando un po’ di carta oppure sciacquando i piatti. Inoltre per ammorbidire le incrostazioni presenti nelle pentole sarebbe opportuno mettere queste ultime in ammollo nell’acqua.

Un altro consiglio per far sì che la lavastoviglie duri il più possibile, è utilizzare sale per lavastoviglie e brillantante. Il primo rende l’acqua meno pesante, evitando la formazione di calcare in eccesso e il secondo evita la formazione di “goccioline” calcaree sulle stoviglie durante l’asciugatura.

Un’altra accortezza per far sì che la lavastoviglie non si rompa, è pulire quotidianamente il filtro di quest’ultima. Munitevi di una spazzola per piatti e strofinate il filtro sotto l’acqua.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Lavare i piatti senza lavastoviglie, la guida definitiva

Pulire le parti interne ed esterne della lavastoviglie

Per effettuare una pulizia interna della lavastoviglie, non abbiamo bisogno di prodotti costosi, ma bastano semplicemente bicarbonato, aceto e limone.

Lavastoviglie
Lavastoviglie in funzione (Pixabay)

Possiamo infatti pulire il filtro della lavastoviglie utilizzando un panno bagnato di aceto. È possibile utilizzare l’aceto anche per pulire l’interno della lavastoviglie una volta al mese, basta mettere un litro di aceto nel fondo della lavastoviglie ed effettuare un lavaggio a vuoto con la temperatura al massimo, in modo tale da igienizzare l’elettrodomestico.

Un altro alleato della pulizia è il bicarbonato, possiamo utilizzare quest’ultimo per pulire le guarnizioni della lavastoviglie, versando il bicarbonato in un bicchiere di acqua calda e passando il composto sulle guarnizioni con un panno. In questo modo eviteremo la presenza di muffa o cattivi odori.

Infine è possibile utilizzare per la pulizia delle pareti interne della lavastoviglie e degli accessori di quest’ultima anche il succo di un limone. Tuttavia per mantenere questo elettrodomestico sempre pulito e funzionante, non è necessario pulirlo solo all’interno, ma anche all’esterno.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Lavastoviglie e lavatrice: come fare per placare rumori e movimenti

Ciò perché sia la polvere che lo sporco esterno possono depositarsi anche all’interno. Per pulire la parte esterna della lavastoviglie, basta semplicemente inumidire un panno con acqua tiepida e aceto e passarlo su tutte le superfici esterne dell’elettrodomestico: maniglia, lati (se non è ad incastro) e angoli.

Infine è consigliato, per evitare la formazione di muffa, tenere lo sportello della lavastoviglie leggermente aperto, in modo tale da arieggiare l’interno dell’elettrodomestico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *