Aumenti stipendi docenti, i sindacati: “Si a 274 euro al mese in più”

Situazione aumenti stipendi docenti, le associazioni di categoria avanzano una precisa richiesta per dare dignità ad una figura fin troppo bistrattata.

Un'aula vuota a scuola
Un’aula vuota a scuola (Pixabay)

Aumenti stipendi docenti, la situazione è giunta ad una fase di stallo. Purtroppo i lavoratori nel settore dell’istruzione, e che ogni giorno si barcamenano nella difficile quanto nobile missione di istruire e di formare la crescita morale e culturale di milioni di giovani e giovanissimi non hanno ancora ottenuto le giuste risposte e gli altrettanto legittimi riconoscimenti in ambito economico.

Infatti la situazione sugli aumenti degli stipendi dei docenti non ha ancora portato ad un risultato significativo. Ci sono anche altri punti in ballo, ma le trattative in avanti da mesi ormai si trovano ad oggi ancora in alto mare. Quel che si può evincere è che, se non ci sarà un ritocco verso il basso quanto meno, non si arriverà neppure a degli aumenti degli stipendi dei docenti così significativi come i sindacati invece vorrebbero.

I sindacati stessi ed i rappresentanti di categoria fanno sapere che servirebbe oggi più che mai un intervento deciso da parte del Governo nel dare il giusto merito alla professione dell’insegnante. Anche in virtù dell’aumentato costo della vita per via della salita notevole raggiunta dall’inflazione.

Potrebbe interessarti anche: Pensione di reversibilità, in questi casi è cumulabile con altri sostegni INPS

Aumenti stipendi docenti, anche i collaboratori chiedono di più

Una lezione in corso all'università
Una lezione in corso all’università (Pixabay)

A paragone diretto con gli impiegati della Pubblica Amministrazione, gli emolumenti percepiti da chi di professione è un maestro od un professore di qualsiasi ordine e grado risulta essere inferiore in media. Per cui il nuovo contratto dovrà introdurre un conquibus adeguato, allo scopo di azzerare alcune storture sottolineate dalla categoria, come ad esempio gli aumenti di stipendio che risultano essere comunque inferiore rispetto al livello di inflazione attuale.

Potrebbe interessarti anche: Bonus bollette, 300 euro anche per chi ha ISEE maggiore di 12mila euro

E non è tutto: gli attuali stipendi di docenti e personale Ata, come riferito dall’Anief – Associazione nazionale insegnanti e formatori – sono di sei volte più bassi del tasso di inflazione registrato dal 2009 in poi. Per una situazione che riguarderebbe un aumento calcolato di 274 euro per rimettersi in pari ed azzerare questo divario.

Potrebbe interessarti anche: Contributi INPS, come avere un anno gratis per andare in pensione

Inoltre i problemi non riguardano solamente i docenti certificati ma anche altre figure come i collaboratori scolastici di vario titolo. I quali pure non si sentono adeguatamente apprezzati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sdsd