Spesa al supermercato, come comprare tutto ciò che ci serve con poco

In che modo dovremmo fare per compiere una oculatissima spesa al supermercato ottimizzando le spese ed al tempo stesso la qualità degli acquisti.

La corsia di un supermercato
La corsia di un supermercato (Foto ANSA)

La spesa al supermercato è una delle poche azioni alle quali veramente non si può rinunciare ed a cui destinare parte del bilancio di famiglia. Una o due volte a settimana in media bisogna fare rifornimento di cibo e di altri accessori indispensabili. Anche quando il reddito non è alto.

In casi come questo è lo Stato ad intervenire con degli aiuti appositi, con tutta una serie di bonus e di provvedimenti quali il Reddito di cittadinanza appositamente concepiti per fornire un aiuto concreto alle famiglie con un ISEE basso. Ma le famiglie interessate da questa situazione possono fare economica anche in autonomia, in aggiunta a ciò.

Per fare la spesa al supermercato è sempre necessario attenersi a ciò che ci serve veramente. Solo così sarà possibile destinare le nostre risorse economiche ad altre uscite improcrastinabili, come ad esempio un affitto od un mutuo oppure l’acquisto di medicinali e di eventuali altre spese mediche.

Potrebbe interessarti anche: Cena al ristorante, che succede se prenoti ma non vai

Spesa al supermercato, come fare economia comprando tutto quel che ci serve

Il reparto di un supermercato
Il reparto di un supermercato (Foto ANSA)

Facciamo una media di quanto spenderemmo ogni settimana per fare la spesa solamente di beni indispensabili. Quindi moltiplichiamola per quattro ed avremo quindi il budget mensile da utilizzare per la spesa stessa. Questo limiterà al massimo le uscite inutili.

Potrebbe interessarti anche: Truffa Esselunga, il finto buono che vi svuoterà tutto il conto

Ma bisogna fare attenzione anche a quando ci troviamo all’interno del punto vendita, dove c’è la tendenza a sistemare un pò ovunque dolciumi ed altre amenità simili. Le quali non poche volte fanno perdere il controllo, e così ecco nel carrello almeno un 5 o un 10 euro di roba che non fa bene né alla nostra economia domestica né tanto meno alla salute.

Potrebbe interessarti anche: Detrazioni 730, come fare per ottenere il rimborso Irpef al 19%

Tornano sempre utili le carte fedeltà, che consentono di avere accesso a degli sconti spesse volte davvero convenienti e riservate solo ai soci. Non fate troppo affidamento invece sui 3×2, perché molte volte riguarda roba della quale non abbiamo bisogno. Detto questo, le famiglie a basso reddito possono usufruire anche dei buoni spesa, che vengono erogati dal proprio Comune di residenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *