Lavanda: quando piantarla per una fioritura meravigliosa

C’è un tempo giusto per piantare le piante, qui vedremo quando è il momento della lavanda, di piantarla per una fioritura meravigliosa.

lavanda
Campo di lavanda (Pixabay)

Se dobbiamo parlare della lavanda sotto l’aspetto puramente scientifico è necessario precisare che si tratta di un genere di piante spermatofite dicotiledoni appartenenti alla famiglia delle Lamiaceae. Sono annuali o perenni dalla forma a spiga e dal colore dei fiori viola o blu. Ma gli amanti delle piante sanno bene che la lavanda può essere spiegata come quelle vaste distese di campi meravigliosi che emanano colore e profumo di magia.

Sono famosissimi i prati e le distese di lavanda situati in tutto il mondo e sicuramente sapete che d’estate si può andare a visitarli, ci si può immergere in questa natura e fare centinaia di foto ricordo che saranno bellissime. Ma quando è il momento di piantare la lavanda? Se avete la pianta a casa, in vaso o in giardino, sapete come fare?

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Lavanda, come coltivarla in vaso e farla crescere forte

Dunque, vediamo qui di seguito tutti i dettagli e le informazioni precisi su quando seminarla, quando piantarla, quando riprodurla per talea. Diventerete dei veri esperti di questa bellissima pianta.

Lavanda: quando piantarla, tutti i dettagli

lavanda
Lavanda (Foto di Palo Cech da Pexels)

La lavanda, viste le sue origini, ha bisogno del sole, del clima mite. Quindi non è difficile capire quando si può piantare. Dal momento che la sua splendida fioritura è massima in estate, ci sono una serie di regole che gli esperti mettono in pratica. Se dovete piantare i semi della pianta il periodo giusto è quello compreso tra febbraio e aprile. Invece, se avete una pianta in vaso si può fare sia alla fine della primavera che all’inizio del prossimo autunno.

Le talee per la riproduzione possono essere prese sia in primavera che in estate ma anche in autunno. Basta che il clima sia mite e favorevole. Non ha bisogno di moltissime attenzione e otterrete una fioritura davvero meravigliosa. Quello che dovete ricordare, però, è di avere sempre il terriccio giusto per questa pianta. Non deve esserci torba, va bene compost e graniglia, in pieno sole.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Latte, camomilla e lavanda: la bevanda salutare che aiuta il sonno

Iniziare proprio dai semi rende il tutto un po’ più complicato e le attenzione da dedicare sono maggiori in quanto avrà bisogno di protezione, di acqua e di tutte le sostanze necessarie. Tuttavia, in piena estate assisterete ad uno spettacolo unico nel suo genere. La lavanda richiama anche tutte le api e le farfalle nei dintorni, insetti impollinatori, molto utile per le fioriture.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *