Pasta senza glifosato: le migliori marche italiane del 2022

Quali sono i migliori marchi di pasta italiana senza glifosato? Ce lo svela un test condotto in Svizzera che ha analizzato 18 prodotti diversi. 

La pasta migliore in commercio
Piatto di penne al basilico (Foto Pexels)

Oggi giorno si parla tanto di pasta e glifosato, un potente erbicida utilizzato nelle coltivazioni intensive di grano soprattutto all’estero. Un test condotto dalla rivista svizzera K-Tipp ha analizzato, a questo proposito, i marchi peggiori e migliori, tra cui rientra qualche brand nostrano.

Pasta senza glifosato: al primo posto un marchio italiano

Una recente indagine alimentare, condotta in Svizzera, e pubblicata sulla rivista K-Tipp ha analizzato a laboratorio 18 marchi di pasta. L’obbiettivo era quello di controllare la qualità e la composizione chimica della pasta, spesso contaminata da un erbicida tossico e pericoloso: il glifosato.

Pasta più contaminata
Penne (Foto Pexels)

I risultati infatti non sono stati dei migliori, in quanto tra i marchi di pasta più contaminati figurano:

  • Tagliolini Agnesi;
  • Spaghetti Garofalo;
  • Tagliatelle Combino (Lidl);
  • Tagliatelle Divella.

Tuttavia, sembra esserci stato un errore di valutazione da parte dei ricercatori che non avrebbero considerato un fatto importante, rimarcato da Lidl Italia. Stando al comunicato ufficiale della catena italiana, le tagliatelle Combino (Lidl) prese in esame dal test, sarebbero diverse da quelle commercializzate in Italia. Diversi fornitori renderebbero quindi il risultato del test inesatto.

Buone notizie invece per i 5 marchi biologici esaminati, tra i quali figurano 3 marchi italiani che si sono aggiudicati il primo posto in classifica in quanto privi di glifosato.

Potrebbe interessarti anche: Pesticidi nella frutta: la più contaminata in assoluto, rischio elevato

Qual è la migliore marca di pasta senza glifosato? I risultati del test

Su 18 tipi di pasta convenzionale analizzati, solo 5 hanno superato il test a pieno. Barilla si attesta il primo posto come migliore marchio di pasta senza glifosato. Negli Spaghettoni e nelle Penne integrali non sembra quindi esserci traccia del potente erbicida.

Pasta non contaminata
Spaghetti al pomodoro e basilico (Foto Pexels)

Anche gli Spaghetti integrali Combino (Lidl) si classificano al terzo posto, tra i migliori risultati. Nessuna presenza di Pirimifos-metile, un insetticida impiegato in agricoltura che ha un impatto ambientale disastroso, in quanto estremamente tossico per la fauna marina e pericoloso per la salute dell’uomo.

Potrebbe interessarti anche: Pasta e glifosato: le marche migliori di fusilli da acquistare al supermercato

Quali marchi di pasta evitare? La lista delle peggiori

Se solo 5 marchi su 18 analizzati risultano privi di sostanze tossiche, significa che ben 13 marchi non hanno superato il test. Tra questi rientrano 4 brand italiani:

  • Combino (Lidl);
  • Garofalo;
  • Divella;
  • Agnesi.

La rivista K-Tipp ha elencato, in una classifica, tutte le marche peggiori da evitare che contengono quindi traccia di erbicidi e insetticidi (benché entro i limiti di legge). Di seguito:

  • Coop Prix Garantie;
  • Denner;
  • Aml;
  • Spar;
  • M-Budget;
  • M-Classic.

Alcune di queste sono commercializzate anche in Italia, mentre per la maggior parte dei prodotti analizzati si tratta di pasta che si trova prevalentemente nei supermercati svizzeri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *