Fondazione Fedez: il filantropo ne fa un’altra

Fondazione Fedez: cos’è la nuova proposta ideata dal cantante. Questa iniziativa sembra essere d’altra parte una normale evoluzione 

Fedez
Fedez di spalle (Pixabay)

Avrete sentito parlato della nuova fondazione Fedez che prende il nome del suo fondatore, Fedez, marito della famosissima Chiara Ferragni. L’associazione è un’associazione senza scopo di lucro e filantropica. Insomma, esattamente come il fondatore federico. Vediamo insieme quale sia e cosa abbia detto di questa lui.

Ti potrebbe interessare anche->Frasi motivazionali per accendere la propria forza interiore

Fondazione Fedez, il filantropo ne fa un’altra

Aiuto sociale fedez
Aiuto sociale (Pixabay)

Fondazione Fedez: chi di voi segue il cantante ne avrà già sentito parlare. Fedez ha sempre mostrato nel sociale un enorme impegno, e non si è mai risparmiato nulla. Non c’è mai stata una situazione di ingiustizia e bisogno che l’uomo, ora marito di Chiara Ferragni e padre di due bambini bellissimi, abbia passato sotto silenzio. Ha messo da sempre a disposizione tutti i suoi mezzi; chi lo critica, per partito preso, dimostra di essere enormemente ottuso. Fedez non è più il rapperino ribelle dei primi tempi, probabilmente non lo è neanche mai stato: accusarlo vuol dire non avere alcun tipo di contatto con il reale.

Ti potrebbe interessare anche->Come aumentare la fiducia in se stessi: 3 consigli utili

Ultimamente, inoltre, l’opinione pubblica si era messa in allarme per l’annunciata malattia del cantante: tumore al pancreas, aveva spiegato Fedez sui suoi social. Come saprete, l’intervento è andato per il meglio, e le cose sembrano essersi risolte. Ed è qui che nasce l’idea della fondazione.

Lui stesso racconta che, mentre era ricoverato in ospedale, ha fatto un resoconto di tutte le cose da fare. E la fondazione fedez era tra queste. L’associazione non ha scopo di lucro e si basa su tre pilastri fondamentali: il sociale, la solidarietà e la pubblica utilità. Insomma, l’associazione si propone di occuparsi di tutte quelle situazioni difficili, di persone in condizioni di disagio, minori e minoranze varie.

Inoltre, questa sembra essere già operativa: la fondazione ha acquistato un furgone isotermico per portare beni e farmaci in ucraina, dove c’è forte bisogno di materiali di questo tipo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *