Come aumentare la fiducia in se stessi: 3 consigli utili

La fiducia in se stessi è qualcosa che si costruisce gradualmente, lavorando sul proprio percorso. Seguendo questi 3 consigli utili sarà molto più semplice.

Fiducia verso di se
Self confidence (Pixabay)

La fiducia in se stessi è molto difficile da possedere in nuce. Spesso si tratta di un processo graduale che conduce alla costruzione di una solida autostima. Questo percorso può facilitare la vita in diverse occasioni. Vediamo quindi 3 consigli utili per realizzarlo.

Come fare per avere più fiducia in se stessi: i 3 step da seguire

Avere fiducia in se stessi vuol dire condurre una vita con un atteggiamento felice, sicuro e positivo verso le circostanze di ogni giorno. Si dice spesso che il 99% di un sentimento, che sia di gioia o di tristezza, dipende da come reagiamo.

Fiducia verso se stessi
Tazza con un cuore (Pixabay)

E un atteggiamento fiducioso e positivo, anche verso le situazioni drammatiche, può aiutare a superare con facilità l’ostacolo. Tuttavia, l’autostima in se stessi non è un tratto innato o genetico, ma coinvolge spesso un processo difficile e graduale attraverso cui lavorare sulla propria persona e sul modo di relazionarsi ad eventi o persone.

Uno dei primi step da adottare è quello di allontanare i pensieri negativi che rischiano l’auto sabotaggio. Vediamo come fare.

Potrebbe interessarti anche: I consigli dello psicologo per combattere l’ansia e vivere serenamente

1) Trasformare i pensieri negativi in possibilità per riscattarsi

Un passo per cercare di avere più fiducia è quello di tenere a bada la negatività estrema che spesso coviamo verso noi stessi. Quante volte, di fronte ad una scelta sbagliata, ci siamo incolpati definendoci stupidi o incapaci.

Quando invece non riflettiamo abbastanza, in quanto spesso si tratta di una scelta sbagliata e non di una persona che può definirsi tale. Incolparsi non serve a nulla, se non a peggiorare la situazione. Pertanto occorre spostare l’attenzione sugli atteggiamenti che secondo noi sono sbagliati, cercando di sfidarli, comprenderli e cambiarli.

Potrebbe interessarti anche: Energie negative in casa: ecco come eliminarle per vivere bene

2) Sfruttare i punti di forza a proprio vantaggio

Anziché sabotarci continuamente e tormentarci di pensieri negativi, dovremmo puntare su ciò che ci piace di noi, della nostra persona. Quali sono i nostri punti di forza? Scommettendo su questi ultimi, attireremo positività e adotteremo una nuova prospettiva di vita.

Come avere autostima
Self Love (Pixabay)

3) Ascoltare se stessi è sempre positivo

Come dicono i grandi monaci buddisti: “La risposta è dentro di noi”. Dobbiamo solo indagare a fondo, ascoltarci e trovarla. Se siamo di fronte ad una situazione spiacevole, dovremmo spostare l’attenzione su una soluzione, anziché affossarci in un loop di pensieri tristi e negativi.

E la soluzione, spesso, si trova dentro di noi semplicemente ascoltando ciò che desideriamo fare. Per capire cosa ci fa stare bene, bisogna aprirsi il più possibile a sentimenti positivi come la gratitudine e la gentilezza, da praticare ogni giorno.

Gli sforzi verso questo obbiettivo andranno ripagati, quindi ogni tanto è bene concedersi qualche premio e riconoscimento, imparando ad ascoltarsi e volersi bene. In fondo, per stare bene con gli altri, occorre prima stare bene e in pace con se stessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *