Esenzione ticket per reddito, come averla ed a chi spetta: le spese coperte

Come funziona la richiesta per l’esenzione ticket per reddito, che serve per ottenere rimborsi e detrazioni fiscali per le spese sanitarie. I casi previsti e come fare per ottenere questa misura.

Un ufficio dell'ASL
Un ufficio dell’ASL (Foto ANSA)

Esenzione ticket per reddito, in costa consiste il beneficio da applicare in ambito sanitario? La copertura di alcune spese mediche spetta nel caso in cui vengano rispettati alcuni criteri. Ad ogni modo è premura degli enti preposti erogare questa forma di aiuto, in maniera del tutto automatica.

Le valutazioni sulla esenzione del ticket per reddito avvengono grazie alla collaborazione tra Asl ed Agenzia delle entrate. Qualora questo non avvenga è comunque possibile produrre una autocertificazione da presentare alla stessa Agenzia delle Entrate per tutte le verifiche del caso.

La validità della esenzione del ticket per reddito sarà valutata di anno in anno, con la sua effettiva durata che avrà luogo dal 1° aprile al 31 marzo successivo ogni volta.

Potrebbe interessarti anche: Nuova lotteria degli scontrini, multe a chi non accetta Pos ed altre novità

Esenzione ticket per reddito, quali sono i codici da indicare

Una camera di ospedale
Una camera di ospedale (Pixabay)

In base al reddito si prevede l’applicazione di quattro diversi codici ai quali potere fare riferimento all’interno della propria dichiarazione.

Potrebbe interessarti anche: Bonus Casalinghe 2022 requisiti, come richiederlo all’INPS

Si tratta dei seguenti:

  • E01: riservato a nuclei familiari che abbiano un reddito totale che non superi i 36mila e 151,98 euro e con bambini di età non superiori ai sei anni;
  • E02: riservato a soggetti attualmente disoccupati che abbiano un reddito massimo di 8mila e 263, 31 euro all’anno (o di massimo 11mila e 362,05 euro se il soggetto risulta sposato, n.d.r.. In questo caso la soglia limite viene aumentata di 516,46 euro per ogni figlio);
  • E03: riservato ai precettori di assegno sociale o di assegni familiari a carico;
  • E04: riservato a coloro che sono titolari di una pensione minima e che abbiano più di 60 anni di età;

Potrebbe interessarti anche: Bonus Mobili 2022 senza ristrutturazione, come fare per averlo

Esistono delle situazioni per le quali, se in un primo momento si era a tutti gli effetti beneficiario della applicazione di esenzione del ticket sanitario per reddito ed ora tale diritto è decaduto, la cosa va comunicata con effetto immediato alla propria ASL di riferimento presente sul territorio dove si risiede. In caso contrario si compierebbe un reato, con multe ed anche altre gravi conseguenze previste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *