Piadina: come cucinarla, farcirla e conservarla nel modo giusto

La piadina è un alimento diffuso e facile da preparare, eppure ci sono alcuni errori che continuano a ripetersi, vediamo come cucinarla, farcirla e conservarla.

cucinare la piadina
Piadina (Pexels)

La piadina è sempre presente in un pranzo, in una cena, a mezzanotte in compagnia di amici soprattutto d’estate. È una ricetta molto facile che si può farcire poi a piacimento con mille ingredienti e combinazioni diverse. Due aspetti rimangono costanti, però: la bontà e la possibilità di commettere errori banali che ne compromettono il sapore. Esatto, ci sono errori diffusi anche per preparare la piadina.

Sembra impossibile eppure nel cucinarla, nel farcirla e anche nel conservarla moltissime persone peccano di superficialità e sbagliano. Non si può sprecare un alimento tanto buono e non si può di certo gustare se non è al massimo delle sue potenzialità, giusto? Allora vediamo come fare.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> La piadina romagnola con la farina giusta è incredibile

Qui di seguito nell’articolo vi diremo un po’ di errori comuni, del tutto banali, che sono molto più diffusi di quello che credete. Forse sono cose che sbagliate spesso anche voi. Vediamo di che cosa si tratta nel dettaglio.

Piadina, cucinarla, farcirla, conservarla: gli errori da evitare

piadina
Piadina (Foto di Michael Burrows da Pexels)

Il primo errore che molti commettono, soprattutto se si accingono a fare in casa la piadina romagnola, è quella di modificare la ricetta. Non si fa. Le ricette originali sono entrate nella tradizione per un motivo e modificarle comporta un cambiamento anche nel sapore e nel gusto che in molti non considerano. Ad esempio, perchè eliminare lo strutto? È una sostanza molto grassa, ma è anche un elemento principale di questo alimento. Se usate 40 grammi di strutto ogni 200 grammi di farina andrà bene anche per la salute.

Inoltre, c’è un errore diffuso nell’ordine dei passaggi nella sua preparazione. Se la piadina è già pronta e l’abbiamo comprata al supermercato dobbiamo farcirla prima di metterla a scaldare nella padella. Mentre se è fatta in casa allora le cose cambiano, prima si cuoce e poi si inserisce il ripieno. Attenzione a cosa si mette perchè non tutto è adatto. Attenzione in particolare al formaggio che deve essere inserito ma con la fiamma bassa.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Piadina fatta in casa con impasto di zucca: da provare assolutamente

Infine, si sbaglia troppo spesso anche la conservazione. Se c’è una piadina già farcita, ma che ha bisogno di essere conservata per il giorno dopo, si può fare. Si devono usare i sacchetti gelo in modo da mantenerla morbida, nient’altro. Se, invece, avete le piadine fatte in casa da mettere nel freezer allora ricordatevi semplicemente di dividerle usando la carta da forno. Tutto molto semplice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *