Ossa rotte: gli alimenti da assumere per includere il calcio nella dieta

Quando si ha una frattura alle ossa è molto importante assumere alimenti che contengono calcio, ecco cosa inserire nella dieta.

alimenti con calcio
Bietola (Pixabay)

Il nostro corpo è formato da 206 ossa, diverse per forma e per funzione. A volte sono presenti in coppia, formano lo scheletro che va a ricoprire il 30-40% del nostro corpo. A volte, però, può succedere che uno o più di uno si rompano. Questo può succedere a causa di un incidente stradale, di una caduta improvvisa, di un infortunio sul lavoro o durante uno sport.

Non solo, una frattura può essere conseguenza anche del deterioramento delle ossa, come nel caso dell’osteoporosi. Ci si accorge subito quando un osso si rompe perchè non si riesce più a muovere la parte interessata, il dolore è molto forte. Arriva subito anche il gonfiore e, in alcuni casi, può succedere che l’arto sia deformato a seguito del trauma. In questo caso, bisogna affidarsi assolutamente ai soccorsi, non c’è altro modo.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Carenza di calcio: i sintomi e che cosa fare per colmarla

Dopo aver seguito tutte le indicazioni degli specialisti, seguirà un tempo di recupero in cui l’osso dovrà sistemarsi. In questo tempo è fondamentale, oltre ai farmaci e a stare a riposo, l’alimentazione. È necessario assumere molto calcio, l’elemento fondamentale per la salute delle ossa.

Ossa rotte: gli alimenti da inserire nella dieta ricchi di calcio

latte
Latte fonte di calcio (Pixabay)

Il calcio è un minerale fondamentale per la salute di ossa e denti. Pensate che il 99% del calcio presente nel nostro organismo è proprio nelle ossa. Quindi, in condizioni normali e soprattutto quando c’è un trauma o una frattura, bisogna prendersi cura dell’osso interessato fornendo altro calcio.

In questo modo potrà ricrescere e ripararsi senza nessun tipo di problema. Ma per fare questo c’è bisogno di modificare un po’ la propria dieta e inserire degli alimenti ricchi di questo prezioso minerale. Sappiamo già che nel latte e in tutti i suoi derivati ce n’è molto. Ma non solo in questi alimenti. Infatti, si possono assumere anche: avocado, broccoli, cavoli, bietole, mandorle, salmone e sardine.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> I 3 miti sulla vitamina C e perché c’è bisogno di sfatarli

Per il recupero delle ossa, però, non basta solo il calcio. Fondamentali sono anche la vitamina C e la vitamina D. Per questo via a grandi quantità di arance, limoni, ananas, kiwi e pomodori. Per la vitamina D andrà molto bene consumare il tonno, lo sgombro, i funghi. Ma naturalmente seguite sempre i consigli del medico o di un nutrizionista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sdsd