Assumere alimenti senza lattosio pur non essendo intolleranti: fa bene?

La scienza si è espressa sulle persone che non sono intolleranti al lattosio, ma preferiscono comunque assumere alimenti che ne sono privi.

latte
Latte (Pexels)

Il latte è l’alimento indispensabile per i neonati e per tutti i mammiferi quando sono piccoli e devono crescere. Tuttavia, quando si cresce, appunto, moltissime persone sviluppano un’intolleranza al lattosio. Questo significa che non hanno le sostanze per scomporre il lattosio nel modo giusto e avvertono dei disturbi all’intestino come dolore, crampi, diarrea, gas.

Al giorno d’oggi ci sono tantissimi prodotti senza lattosio in modo da far assumere i latticini anche alle persone che sono intolleranti. L’intolleranza, infatti, riguarda solamente il lattosio. Se si elimina dal prodotto ecco che la persona intollerante può mangiarlo o berlo senza problemi. Tuttavia, si sta diffondendo l’abitudine di eliminare il lattosio anche da parte di persone che non hanno nessuna intolleranza. Ma questo fa bene?

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Intolleranza al lattosio, tutti i sintomi e come riconoscerla

Vediamo, quindi, che cosa dicono gli esperti proprio su questo argomento e se va bene assumere alimenti senza lattosio anche se non si ha un’intolleranza che crea disturbi di salute.

Alimenti senza lattosio pur non avendo un’intolleranza: cosa dice la scienza?

latte
Latte (Pixabay)

Ci sono tanti prodotti che normalmente conterrebbero il lattosio, si va dai formaggi, agli yogurt, a torte e dolci in generale. Per permettere anche a chi è intollerante di non rinunciare a nulla, ci sono disponibili nel mercato tutti i prodotti senza lattosio. Naturalmente, se si avvertono i disturbi tipici dell’intolleranza è opportuno rivolgersi al medico per fare degli accertamenti. Ma chi non ha l’intolleranza perchè assume alimenti senza lattosio?

Sicuramente la convinzione è che questi siano più leggeri e più digeribili, ma l’Istituto Superiore di Sanità si è espresso su questo argomento. Secondo l’ente scientifico le persone che non hanno intolleranza al lattosio, devono assumere alimenti con lattosio. Prendere quelli senza lattosio non è economico e a lungo termine può verificarsi una diminuzione nell’organismo dell’enzima lattasi. Quindi, può verificarsi l’insorgere di un’intolleranza in futuro.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Colon irritabile a 30 anni: come bisogna mangiare secondo gli esperti

Inoltre, una persona che non ha intolleranze deve assumere le sostanze nutritive che ci sono nei latticini: le vitamine, i sali minerali, soprattutto il calcio, fondamentale per la salute delle ossa. Se non ci sono reazioni e problemi di salute, nella dieta va bene inserire tutto nel giusto equilibrio. Naturalmente è opportuno consultare un nutrizionista per le quantità adeguate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *