Giornata mondiale della Terra: 6 consigli per salvaguardare il pianeta ogni giorno

La giornata mondiale della Terra si celebra ogni 22 aprile per sensibilizzare su tematiche quali: inquinamento, crisi climatica ed estinzione di moltissime specie.

Crisi climatica
Pianeta Terra (Pixabay)

Ogni 22 aprile, si celebra la giornata mondiale della Terra per realizzare tutte le problematiche che interessano il pianeta. Un milione di specie animali e vegetali sono a rischio estinzione a causa dell’inquinamento diffuso che minaccia la sopravvivenza dell’intero ecosistema. Ecco cosa rappresenta, nel dettaglio, questa ricorrenza.

Giornata mondiale della Terra: cosa possiamo fare per il nostro pianeta

Oggi, 22 aprile, si celebra la giornata mondiale della Terra per ascoltare il pianeta che soffre silenziosamente. I problemi però sono tutt’altro che silenziosi e sempre più evidenti nelle ripercussioni che inquinamento e crisi climatica stanno producendo sull’intero ecosistema.

Inquinamento
Coltivazione (Pixabay)

Più di 4,7 milioni di foreste perdute, un milione di specie animali e vegetali sono a rischio estinzione e la crisi climatica sta mettendo a repentaglio la sopravvivenza di tutta la biodiversità. Compresi gli esseri umani che ne fanno parte. E quali sono gli effetti disastrosi più visibili?

  • inquinamento degli oceani e acque sempre più acide;
  • caldo anomalo;
  • inondazioni;
  • inaridimento del suolo;
  • scioglimento dei ghiacciai;
  • incendi sempre più frequenti;
  • epidemie legate alla salute dell’ecosistema.

A causare queste conseguenze sono i cambiamenti climatici prodotti dall’uomo sulla natura come la deforestazione massiccia delle aree più verdi del pianeta, le agricolture intensive e la crescente produzione di bestiame.

Dal comunicato ufficiale delle Nazioni Unite: “Il ripristino dei nostri ecosistemi danneggiati aiuterà a porre fine alla povertà, combattere il cambiamento climatico e prevenire l’estinzione di massa.”

Potrebbe interessarti anche: Frutta e verdura con più pesticidi: attenzione a questi cibi di stagione

Dati e percentuali del WWF

Il WWF ha registrato qualche dato significativo sulle condizioni del pianeta terra a inizio 2022:

Condizioni del pianeta
Spiga di grano (Pixabay)
  • l’agricoltura consuma più del 40% della superficie terrestre ed emette il 23% dei gas serra che danneggiano l’ecosistema terrestre;
  • il 10% della superficie terrestre è stato perso a causa di incendi, eventi metereologici estremi e deforestazione di massa di zone come l’Amazzonia;
  • il 50% dei vertebrati, il 36% degli anfibi e il 25% degli uccelli, in Italia, sono a rischio estinzione a causa del consumo estremo di suolo.

Potrebbe interessarti anche: Il retroscena dei salmoni d’allevamento che finiscono sulle nostre tavole: sostenibilità utopistica

Cosa fare per il pianeta: 6 azioni quotidiane che ci faranno vivere meglio

Alla luce di queste evidenti problematiche che non riguardano solo il pianeta, ma tutta la biodiversità e l’ecosistema, compreso quello degli uomini, potremmo chiederci cosa fare per migliorare le cose. Esistono moltissime abitudini quotidiane da poter adottare per salvaguardare il pianeta in cui viviamo e che lasceremo ai posteri. Tra queste, ne proponiamo alcune:

  • cercare di ridurre, o meglio eliminare, il consumo di carne soprattutto quella proveniente da allevamenti intensivi;
  • raccogliere i rifiuti per strada, ogni qualvolta che se ne presenta l’occasione;
  • usare borracce riutilizzabili e contenitori per il cibo, per non sprecare plastica e altri materiali difficilmente riciclabili;
  • preferire il cibo fresco, a km 0, a quello confezionato (sia per una questione etica che di salute);
  • preferire vestiti usati a quelli nuovi;
  • adoperare di più i mezzi pubblici, la bicicletta o le proprie gambe per spostarsi da un posto all’altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *