Mangiare in piedi influisce sulla digestione, parola di gastroenterologo

Mangiare in piedi non è di certo un’abitudine quotidiana e c’è chi la sconsiglia, però un gastroenterologo ha affermato che può favorire la digestione.

mangiare per favorire digestione
Persone che mangiano in piedi la pizza (Pexels)

Magari ti sarà capitato di mangiare in piedi, complici la fretta ed elevati ritmi di lavoro, e diciamo che non è la soluzione più comoda per consumare un pasto, eppure c’è chi non esclude del tutto questa abitudine.

Peyton Berookim, un gastroenterologo specializzato presso il Gastroenterology Institute of Southern California, ha infatti spiegato in che modo mangiare in piedi possa favorire il processo di digestione. Scopriamolo insieme.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Gli errori alimentari che ostacolano la perdita di peso

In che modo mangiare in piedi può influire sulla digestione?

assunzione cibo
Ragazza che mangia in piedi (Pexels)

Secondo il Dr. Berookim, mangiando in piedi si manifestano alcuni cambiamenti, seppur minimi, nel processo di digestione, non tutti positivi per la salute. Da un punto di vista fisiologico, ad esempio, stare in piedi permette al sangue di confluire nelle gambe grazie alla forza di gravità. E ciò determina un minor flusso sanguigno nell’intestino, necessario per la digestione. Di conseguenza, la digestione non sarà del tutto fluida.

Inoltre mangiare in piedi, così come mangiare velocemente, può comportare il rischio di ingerire aria durante la masticazione e questo può determinare gas nello stomaco oppure crampi addominali, dato che lo stomaco avrà bisogno di più tempo per digerire il cibo. Ecco perché Peyton Berookim consiglia di mangiare stando seduti, specialmente per chi ha problemi di digestione.

Eppure allo stesso tempo, il fatto di mangiare in piedi può alleviare altri sintomi che interessano la digestione. Ad esempio, per chi soffre di bruciore allo stomaco oppure di reflusso acido, che sono tra i disturbi gastrointestinali più comuni, può essere utile mangiare in piedi. Questo perché il reflusso è determinato dall’aumento della pressione nello stomaco, che porta a sintomi quali bruciore ed eruttazione, e mangiare in piedi permette di ridurre al minimo questa pressione e tutti i sintomi che ne derivano.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Mangiare le mele troppo velocemente fa male: ecco cosa accade

In conclusione, decidere se mangiare in piedi o seduti è una scelta puramente personale. Ed entrambe le modalità vanno bene se non implicano problemi di salute o sintomi indesiderati. Ma sicuramente il fatto di mangiare seduti determina maggiori benefici per l’organismo e la digestione. Inoltre mangiare lentamente e prendersi il tempo necessario fa bene non solo al corpo ma anche alla mente. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *