Trekking urbano: un’escursione a piedi in giro per la città

Chi ama le escursioni ma non vuole rinunciare alla cultura potrebbe essere interessato al trekking urbano, un modo diverso per visitare la città. Vediamo insieme di che cosa si tratta.

escursione urbana
Trekking in città (Pixabay)

Il trekking è una pratica sportiva apprezzata da chi ama stare all’aria aperta e allo stesso tempo vuole mantenersi in forma. Infatti il trekking prevede abitualmente delle escursioni in luoghi a stretto contatto con la natura, specialmente posti di montagna.

Ecco perché il concetto di trekking urbano per molti potrebbe essere sconosciuto, eppure si tratta di una pratica che si sta diffondendo sempre di più, anche se relativamente giovane. La sua origine risale infatti al 2013 a Siena, come iniziativa promossa dall’Assessorato per il Turismo. Ma cerchiamo di capire in che cosa consiste.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Quali sono le migliori città del mondo da percorrere a piedi

Che cos’è il trekking urbano

trekking città
Ragazza che fa trekking urbano (Pixabay)

Forse è più conosciuto come “turismo a piedi” o “turismo lento”, ma il concetto di base è sempre lo stesso. Il trekking urbano, infatti, non è altro che la scoperta di un contesto urbano rigorosamente a piedi, attraverso percorsi pianificati oppure senza alcuna meta prestabilita.

Si tratta dunque di una forma di “vagabondaggio” che può essere praticata in qualsiasi periodo dell’anno da chi vuole scoprire una città nuova o da chi semplicemente vuole perdersi tra le vie della propria città per scoprirne i luoghi più remoti e meno battuti. Una soluzione perfetta per chi non ha molto tempo a disposizione da dedicare all’attività fisica e preferisce non allontanarsi troppo.

I benefici sono più o meno gli stessi del trekking più comune. Camminare permette infatti di tenersi in forma ma allo stesso tempo anche di rilassare il cervello. Camminare ha anche il vantaggio di fortificare il sistema cardiocircolatorio, oltre a ridurre i rischi di osteoporosi e ipertensione. Di questi e altri benefici ne abbiamo parlato nell’articolo Camminare, la strada per la salute: ecco tutti i benefici

Anche in questo caso potrebbe essere utile un equipaggiamento adeguato, lo stesso che è necessario indossare durante il trekking abituale. Quindi scarponi da trekking, calze imbottite per proteggere i piedi e uno zaino per portare comodamente tutto ciò che ti occorre. Ricordati che nello zaino l’acqua non deve mai mancare (specialmente se scegli di fare il trekking urbano in estate) così come l’ombrello o un impermeabile in caso di maltempo improvviso.

Ora che sai anche tu in che cosa consiste il trekking urbano, puoi pianificare un itinerario tra i luoghi della città che vuoi visitare o semplicemente perderti tra le sue vie. Si tratta sicuramente di un modo differente di scoprire e conoscere una città. Una pratica che ti permetterà di vedere anche posti che magari non sono segnati su una comune guida, perché poco turistici ma non per questo privi di fascino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *