Infuso di cannella: come prepararlo, i benefici e le controindicazioni

Vediamo come preparare un buon infuso di cannella per trarre tutti i benefici possibili, ma con molta attenzione alle possibili controindicazioni.

cannella
Bastoncini di cannella (Pixabay)

Chi si tiene informato sull’alimentazione e sulle proprietà degli alimenti sa perfettamente che la cannella è una spezia da tenere in grande considerazione. Infatti, da tempi antichi si sono accorti dei benefici che può avere sul nostro organismo. Si tratta di una spezia di colore giallo-marrone che si ottiene dalla corteccia di alcuni alberi.

In commercio si può trovare in bastoncini oppure in polvere. Si usa in cucina per insaporire alcuni dolci, impreziosire piatti oppure è l’ideale per fare delle tisane e degli infusi. Moltissimi studiosi hanno indagato le proprietà scientifiche di questo ingrediente e non c’è dubbio che possa far bene sotto molti aspetti. Naturalmente non bisogna esagerare e non tutti possono assumerla senza problemi.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> L’acqua di cannella, limone e mele aiuta ad abbassare il colesterolo e glicemia

In questo articolo ci concentreremo su come preparare un buon infuso, sui benefici che può dare ma anche sulle controindicazioni. Vediamo qui di seguito tutti i dettagli.

Infuso alla cannella: benefici e controindicazioni

Bevanda cannella
Bevanda cannella (pixabay-kaheig)

La cannella si può usare in moltissimi modi, anche per profumare l’ambiente domestico. Tuttavia, un buon infuso è quello che serve in queste sere in cui la temperatura è ancora un po’ bassa. Per prepararlo vi basteranno dei bastoncini, dell’acqua e del miele per addolcire in modo naturale.

L’acqua va scaldata ma non fatta bollire, poi si aggiungono i bastoncini e, se volete, il miele e lasciarli in infusione per una decina di minuti coprendo tutto. Alla fine potete rimuovere i bastoncini e la bevanda è pronta. Tra i benefici troviamo il sollievo alla stomaco, la prevenzione nella formazione di gas intestinali, migliorare la digestione, calmare nausea e vomito. Inoltre, riesce a tenere sotto controllo glicemia e pressione sanguigna.

Tra le controindicazioni, però, troviamo diversi elementi. In primo luogo la cannella non deve esser consumata in gravidanza. Nemmeno da chi ha problemi allo stomaco come la presenza di ulcere. Inoltre, non va bene per chi ha problemi legati al fegato.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Banana e cannella: i sorprendenti vantaggi di questa combinazione 

Dunque, va bene assumere la cannella in quantità adeguate. Alcune persone non possono assumerla, le altre devono stare attenti a non esagerare. Niente paura, in questo può essere fondamentale l’aiuto e l’indicazione di un nutrizionista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *